Nei pericolosi, 6 caratteristiche sospette (FOTO)

di Redazione 0

Quali sono i nei pericolosi, da tenere sotto controllo con costanti visite dal dermatologo? E come riconoscerli per una tempestiva diagnosi? I nei, quando sospetti, hanno caratteristiche ben precise che non possono sfuggire a una attenta e scrupolosa visita. Ovviamente mai come in questi casi gioca un ruolo determinante la diagnosi precoce: i nei possono trasformarsi in melanoma per esempio, ma accorgersene per tempo aiuta a ottenere un epilogo felice per il paziente.

1. Colore

Tra le caratteristiche sospette dei nei potenzialmente maligni anche il colore che è spesso molto particolare. Generalmente i nei hanno un colore omogeneo sulle tonalità del marrone, quelli pericolosi sono rossastri o neri, e manifestano, spesso, anche discromie.

2. Asimmetria

I nei pericolosi sono spesso asimmetrici: significa che se li dividiamo virtualmente in due parti e le facciamo combaciare, queste non combaciano. Insomma hanno una forma strana e questo è il primo campanello di allarme da non sottovalutare.

3. Rilievo

Molto spesso anche i nei in rilievo, ovvero troppo rialzati dalla pelle, possono destare sospetto. Anche in questo caso è bene indagare insieme al dermatologo di fiducia.

4. Dimensioni

Fate particolare attenzione anche alle dimensioni dei nei che spesso sono significative. In generale, quando un neo supera i 6 millimetri di diametro va fatto controllare con costanza perché è di per sé potenzialmente a rischio: non significa che debba per forza sfociare in gravi patologie legate alla salute della pelle, ma è comunque più rischioso di tutti gli altri quindi è vivamente consigliato controllarlo.

5. Bordi frastagliati

Quando un neo è sospetto, i suoi bordi sono frastagliati e non lineari come invece accade per i nei considerati comuni. La sensazione è quella di guardare una cartina geografica con linee irregolari.

6. Evoluzione

L’ultima caratteristica importante da osservare è l’evoluzione del neo. Quando è pericoloso, cambia nel giro di pochissimo tempo. Diventa puù grande oppure assume un colore differente o ancora diventa frastagliato. L’evoluzione repentina di un neo è un campanello di allarme importante.

Ti potrebbe interessare anche:

NEI SOSPETTI: COME RICONOSCERLI?

MELANOMA, SCOPERTO COME SI RIPRODUCE

Fonte | Airc

Foto | Thinkstock

Photo Credits | Nathalie Speliers Ufermann / Shutterstock.com

Photo Credits | Albina Glisic / Shutterstock.com

Photo Credits | charnsitr / Shutterstock.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>