Melanoma, i consigli per una corretta prevenzione

Il melanoma è il più aggressivo dei tumori della pelle e, coe sempre quando si parla di salute, una corretta prevenzione aiuta a abbassare i rischi di incapparvici. Il principale fattore di rischio per il melanoma cutaneo è l’esposizione eccessiva alla luce ultravioletta, ecco perché la prevenzione deve cominciare proprio durante l’estate, quando si va al mare più spesso. Usare sempre una crema ad alta protezione è fondamentale per ridurre il rischio di ustioni e scottature.

Farmaco ipertensione contro melanoma?

Un comune farmaco per la cura dell’ipertensione, il propanololo, blocca la crescita del melanoma? E’ uno studio tutto italiano a sottolineare le potenzialità di un medicinale che viene comunemente usato per combattere la pressione alta.

Melanoma superficial spreanding microinvasivo: oncologo risponde

Richiesta di Consulto Medico su melanoma superficial spreanding
“Salve, a mia mamma 57 anni, è stato diagnosticato un melanoma cutaneo “superficial spreading arto superiore sinistro. 7giugno 2017 asportazione di neoformazione cutanea diametro 0,5, al braccio sinistro,superficial spreading melanoma a cellule epitelioidi microinvasivo con fenomeni di regressione >75%, in fase di crescita radiale,Breslow0,070mm,livello clark 2derma superficiale, ulcerazione assente, pigmentaziine presente, mitosi 0, margini laterali indenni, distanza dal margine laterale 3,60mm, margine profondo indenne. Qual è la situazione?Grazie mille”

Melanoma, disparità accesso cure in Europa

Vi è disparità di accesso alle cure in Europa per ciò che concerne il melanoma. Non sempre tutti i malati di questo tumore della pelle possono contare su terapie aggiornate e quindi più efficaci. E’ questo che si evince da un’indagine sul tema promossa dall’Esmo in tutti i paesi dell’Unione.

Olio di palma contro il melanoma?

Olio di palma contro il melanoma? Nonostante questo grasso sia considerato dannoso e sia attualmente al centro di polemiche, alcuni suoi componenti potrebbero essere sfruttati per combattere questo pericoloso cancro della pelle.

5 tumori curabili che non ti aspetti e sopravvivenza

La parola cancro non è più sinonimo di morte certa. Molti tumori sono ormai curabili, grazie alla diagnosi precoce e alle nuove terapie sempre più mirate (e con minori effetti collaterali). Va detto che non ci sono certezze, si può parlare di statistiche di sopravvivenza, molto dipende anche dalle condizioni generali di salute del paziente e della sua risposta alle terapie, ma oggi si possono decisamente avere più speranze che in passato, specie per alcune neoplasie come il tumore alla prostata, quello meno comune ai testicoli, alla tiroide, il temuto melanoma ed il big killer delle donne, il tumore al seno. Molti medici più che di cura e guarigione preferiscono parlare di “remissione” del cancro, lasciando aperta la possibilità che il tumore possa tornare. In generale, si parla comunque di sopravvivenza a 5 anni in quanto, dopo questo periodo è raro che ci siano recidive. Vediamo nel dettaglio i tumori curabili e la loro sopravvivenza.

 

Cancro e genetica, via libera a test umani

Arriva il via libera da parte delle istituzioni sanitarie americane ai test umani relativi al cancro ed all’utilizzo dell’ingegneria genetica per la sua cura. Protagonista della sperimentazione che sta per iniziare la tecnica CRISPR-cas9, utilizzata da tempo su modello animale.

Vaccino contro i tumori?

Una notizia positiva arriva dalla Germania dove alcuni ricercatori stanno lavorando a un vaccino contro i tumori che per il momento è stato sperimentato, con successo, su tre malati i quali hanno risposto positivamente alle somministrazioni attivando il loro sistema immunitario (come i medici si speravano). Gli oncologi di tutto il mondo predicano calma prima di gridare vittoria, tuttavia la sperimentazione ha trovato posto sulla autorevole rivista Nature proprio alla vigilia del più importante congresso annuale sui tumori che si tiene a Chicago.

Nei pericolosi, 6 caratteristiche sospette (FOTO)

Quali sono i nei pericolosi, da tenere sotto controllo con costanti visite dal dermatologo? E come riconoscerli per una tempestiva diagnosi? I nei, quando sospetti, hanno caratteristiche ben precise che non possono sfuggire a una attenta e scrupolosa visita. Ovviamente mai come in questi casi gioca un ruolo determinante la diagnosi precoce: i nei possono trasformarsi in melanoma per esempio, ma accorgersene per tempo aiuta a ottenere un epilogo felice per il paziente.

Danni solari, la prevenzione inizia presto

La prevenzione dei danni solari deve iniziare presto: è questo il messaggio che esce dallo studio dei dati relativi alle abitudini degli italiani rispetto all’abbronzatura ed all’esposizione ai raggi UVA emerso dal III Convegno “Sole sicuro“, la campagna di informazione promossa da AIDECO, l’Associazione Italiana Dermatologia e Cosmetologia.

5 problemi della pelle da far controllare subito

Vi sono almeno 5 problemi della pelle da far controllare subito per evitare di subire con il passare del tempo di patologie ben più gravi come tumori e malattie più difficili da trattare. Vediamoli insieme, ricordando che si rende necessario il consulto di uno specialista per avere diagnosi serie in tal senso.

Cellule tumorali, prima foto in 3D per migliore diagnosi

Una novità importante nella lotta ai tumori arriva dagli Stati Uniti: i ricercatori del Southwestern Medical Center dell’Università del Texas, guidati da Reto Fiolka sono riusciti a realizzare la prima foto in 3D delle cellule tumorali grazie ad un microscopio ad alta risoluzione.