Poco sonno favorisce ogni dipendenza

di Valentina Cervelli 0

Poco sonno favorisce ogni tipo di dipendenza. Sono molte le motivazioni per le quali non si dorme abbastanza la notte. La mancanza di sonno riposante non si traduce però solamente in una eventuale stanchezza secondo uno studio condotto recentemente.

Secondo gli scienziati della Clemson University in South Carolina, coordinati dalla professoressa June Pilcher, infatti il non riposare abbastanza nel corso della notte come naturalmente richiederebbe il proprio organismo potrebbe portare a delle modificazioni in grado di spingere la persona a ricercare sostanze o azioni gratificanti portandole all’estremo: facendole praticamente diventare un’ossessione o una dipendenza.

Il tutto, secondo la dottoressa, sarebbe da ricollegare ad una diminuzione dell’attività cerebrale collegata al controllo di se stessi. Avete mai fatto caso che quando dormite poco siete più irritabili, avete problemi di attenzione e di impulsività? Sul lungo periodo tutto questo non porta solamente a problematiche di tipo sociale, ma ad un bisogno dell’organismo di “stabilizzare” se stesso che passa quasi sempre attraverso il consumo di sostanze stupefacenti, sesso, gioco d’azzardo patologico, o abuso di alcol e cibo spazzatura: insomma, tutte quelle cose che danno una gratificazione istantanea ma che quasi mai sono considerabili salutari. Non dobbiamo dimenticare che la mancanza di sonno può favorire l’aumento di peso e le malattie cardiache. Spiega la dottoressa Pilcher:

L’autocontrollo è parte della nostra sfera decisionale quotidiana. Quando ci troviamo davanti a desideri ed opportunità contrastanti è lo stesso che ci aiuta a mantenere il controllo. La nostra ricerca ha studiato come le abitudini di riposo ed il controllo di se stessi sian collegati e di come “lavorano insieme” nel controllare la vita quotidiana di una persona. Esercitare le capacità gestionali aiuta le persone a fare le scelte migliori per la propria vita personale e lavorativa, tenendola lontana da dipendenze e problemi di questa tipologia.

Vi è quindi una possibilità di combattere questo problema. Ovviamente partendo dall’avere delle abitudini di riposo più regolari fino ad arrivare ad un vero e proprio allenamento della propria capacità di trattenersi e controllare se stessi.

Photo Credits | Marcos Mesa Sam Wordley / Shutterstock.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>