Ginecomastia vera o falsa, come si fa la diagnosi?

di Cinzia Iannaccio 0

Richiesta di Consulto Medico
Salve dottore, le volevo chiedere se tramite gli esami ormonali del sangue si può capire se ho una ginecomastia vera o falsa?? O occorre anche un ecografia?

Specializzazione Andrologia
Tipo di Problema ginecomastia vera o falsa diagnosi

Risponde il Dr. Mario Francesco Iasevoli, medico- chirurgo, andrologo, specialista in Endocrinologia e Malattie del metabolismo. Per appuntamenti Email: [email protected] Segreteria cell. 3458092414. Riceve a Pompei (Na), in Via Roma,81. Si prega di utilizzare il numero telefonico ESCLUSIVAMENTE per appuntamenti e non per richieste di ulteriori consulti.

Salve, solo una ecografia può evidenziare la presenza di ghiandola; gli esami possono individuare la causa di ipertrofia ghiandolare quindi in genere essi seguono l’ecografia. Cordiali saluti, Dott. Mario Francesco Iasevoli.

 

 

 

> Leggi qui tutte le risposte del Dottor Mario Francesco Iasevoli

 

Ricordiamo la differenza nei termini medici:
Con il termine “ginecomastia” si intende l’aumento del volume di una o entrambe le mammelle dell’uomo. Si definisce ginecomastia vera quando la causa è dovuta ad un cambiamento, ad una proliferazione dei tessuti mammari, non tumorale. La pseudoginecomastia (o ginecomastia falsa) si ha invece quando l’aumento del volume del seno dell’uomo è dovuto ad accumulo di adipe (grasso sottocutaneo), ad una infiammazione o ad un tumore.

La ginecomastia può essere anche definita transitoria (e regredire quindi spontaneamente) come nel caso del periodo neonatale o puberale: una causa comunque va sempre ricercata per escludere situazioni mediche gravi e per attivare le eventuali terapie del caso.

 

 

 

 

Per altri consulti visita la nostra pagina specifica: “Chiedi all’esperto: Consulti online su Medicinalive

E’ doveroso ricordare che non si effettuano diagnosi online e neppure si prescrivono terapie : Medicinalive e gli esperti coinvolti propongono contenuti a scopo esclusivamente informativo, che mai, in nessun caso possono sostituire una visita specialistica diretta o il rapporto con il proprio medico curante, le uniche basi attraverso cui dopo una diagnosi certificata ed una visita clinica è possibile prescrivere un qualunque trattamento.

 

 

 

Foto: Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>