Nodulo tiroideo, come capire se benigno? Endocrinologo risponde

di Cinzia Iannaccio 1

Un nodulo tiroideo è facile da riscontrare nelle donne sopra i 50 anni. Nella maggior parte delle volte, fortunatamente si tratta di un evento benigno. Ne parliamo per un consulto online, con l‘endocrinologo dottor Mario Francesco Iasevoli.

Richiesta di Consulto Medico

“Buon giorno a tutti, non sto dormendo.. per il problema sorto in questi giorni dopo l’ecografia, per via delle feste non ho potuto fare altri accertamenti. Ho fatto una ecografia alla tiroide e su tutto il collo , questo è il referto,  salto la parte dei linfonodi che sono di normale natura .. ecco il mio problema: si segnala la presenza di un piccolo nodulo con diametro d 8×5.5 mm , eco struttura “mista” , a prevalente componente liquida e gettone solido parietale , nel terzo medio del lobo tiroideo di SX. CHE VUOL DIRE … è benigno o cosa , che % ci sono … Grazie mille”.

Specializzazione Endocrinologia e malattie metaboliche

Tipo di Problema nodulo alla tiroide

Risponde il dottor Mario Francesco Iasevoli specialista in endocrinologia e malattie del metabolismo, Unità Operativa Complessa Endocrinologia-Azienda Ospedaliera Universitaria II Policlinico-Sun di Napoli:

“Salve, il  riscontro di noduli tiroidei è un referto assai frequente nella popolazione generale, soprattutto in donne di età superiore ai 50 anni proprio per la struttura stessa della ghiandola e di fatto solo una piccolissima percentuale poi risulta un cancro tiroideo, di per sè tumore poco frequente se paragonato ad altri tipo seno.

Il suo non lo definirei nemmeno un problema, ma un riscontro quasi fiosologico: in effetti il nodulo è piccolissimo come sottolinea il collega ed inoltre prevale la componente liquida cioè è una cisti liquida piena di un materiale chiamato colloide che serva alla tiroide per produrre ormoni. Al suo interno si evidenzia una formazione solida che sarà grande quanto una testa di spillo. L’ecografista non segnala aspetti che potrebbero far sospettare un nodulo sospetto tipo la vascolarizzazione interna oppure una forma irregolare.

Diciamo che si può anche dimenticare di avere questo che lei definisce problema; molto probabilmente se rifacesse l’eco tra qlk mese il nodulo non apparirebbe più oppure sarebbe più piccolo perchè la componente liquida tende a ridursi col tempo e cambia in base alla produzione di ormoni tiroidei che può aumentare in condizioni di stress. Quindi posso dire che al 100% non si tratta di un cancro e che di fatto lei non deve fare assolutamente nulla. Per scrupolo ripeta un eco tra sei mesi. Dorma sonni tranquilli e si goda le feste. Spero sia stato utile e chiaro.”

Per contattare direttamente il dottor Iasevoli si possono utilizzare i seguenti recapiti: [email protected] cell. 3458092414.

per qalunque altro quesito potete visitare la nostra pagina: “Chiedi all’esperto: Consulti Online su Medicinalive”.

Si ricorda che non si effettuano diagnosi online e neppure si prescrivono terapie : Medicinalive e gli esperti coinvolti propongono contenuti a scopo esclusivamente informativo, che mai, in nessun caso possono sostituire una visita specialistica diretta o il rapporto con il proprio medico curante, le uniche basi attraverso cui dopo una diagnosi certificata ed una visita clinica è possibile prescrivere un qualunque trattamento.

Foto: Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>