Home » Endocrinologia » Tiroidite in gravidanza, quali rischi per il bambino?

Tiroidite in gravidanza, quali rischi per il bambino?

Richiesta di Consulto Medico
Salve alla 12 settimana di gravidanza avevo i seguenti valori;ft3 2.72,ft4 0,91 e tsh 6.32 volevo sapere i rischi che potra avere il bimbo.. ..grazie”

Specializzazione Endocrinologia e malattie metaboliche
Tipo di Problema tiroidite in gravidanza

Risponde il Dr. Mario Francesco Iasevoli, medico- chirurgo, andrologo, specialista in Endocrinologia e Malattie del metabolismo. Per contatti diretti Email: [email protected] cell. 3458092414. Riceve a Pompei (Na), in Via Roma,81.

 

“Salve, attualmente con questi valori ed essendo entrata nel quarto mese il feto non rischia nulla; dopo il terzo mese incomincia la produzione autonoma di ormoni e comunque i suoi livelli di ormoni circolanti ( ossia ft3 e ft4) sono sufficienti a garantire un corretto sviluppo. Il tsh alto indica solo che per la gravidanza si ha una maggior richiesta di sintesi ormonale ed è tipico di tutto il periodo gestazionale; rimane comunque la necessità di monitorare i livelli ormonali in quanto ciò potrebbe comunque comportare per lei stanchezza e aumento di peso oppure indicare una predisposizione a sviluppare tiroiditi post gravidiche. Ne parli con uno specialista che le potrà più chiaramente delucidare la situazione. Cordiali saluti”.

 >> Leggi qui tutte le risposte del Dottor Mario Francesco Iasevoli

Potrebbero interessarvi anche i seguenti post:

Tiroidite post partum, cos’è, cause e cure

Se avete altri dubbi o domande da porre ai nostri esperti visitate la pagina dedicata all’invio dei quesiti Chiedi all’esperto, consulti online su Medicinalive, ricordando quanto segue:

non si effettuano diagnosi online e neppure si prescrivono terapie. Medicinalive ed i medici coinvolti in questa rubrica propongono contenuti a scopo esclusivamente informativo, che mai, in nessun caso possono sostituire una visita specialistica diretta o il rapporto con il proprio medico curante, le uniche basi attraverso cui dopo una diagnosi certificata ed una visita clinica è possibile prescrivere un qualunque trattamento.

Foto: Thinkstock

Lascia un commento