Rimedi naturali contro la stanchezza, il luppolo

di Redazione 0

Se in questo periodo vi svegliate già stanchi, non c’è da allarmarsi, la primavera, infatti, porta inevitabilmente ad un calo delle difese immunitarie e la stanchezza si fa sentire. Alzarsi dal letto, infatti, è più difficile del solito, ma niente paura, i rimedi naturali antifatica, che ci aiutano a riposare meglio e a recuperare le forze non mancano di certo.

Un posto d’onore tra i rimedi naturali spetta senza dubbio al luppolo, conosciuto come ingrediente principe della birra, possiede innumerevoli virtù, che lo rendono un valido alleato della salute. Il luppolo, infatti, è una pianta aromatica che cresce in modo spontaneo, nota sin dai tempi dei Sumeri. E’ ricca, infatti, di tannini, oli essenziali, aldeidi, sali minerali e preziosi flavonoidi dall’azione antiossidante.

Il luppolo possiede proprietà antispasmodiche e sedative, che lo rendono utile nel trattamento degli stati di agitazione e di insonnia di origine nervosa, evenienze che durante la primavera possono presentarsi con una certa frequenza. Quando si riposa male e lo stress avanza è facile che le difese immunitarie diminuiscano. Per combattere la stanchezza tipica di questo periodo si può preparare in casa un infuso di coni di luppolo da bere alla sera, per 1 settimana. Si può potenziare con del miele di tiglio dall’azione rilassante.

Si prepara versando su 5 grammi di coni di luppolo (si trovano in erboristeria) 250 ml di acqua bollente e si lascia riposare per una decina di minuti. Si filtra e si beve, sono consigliate 2 tazze al giorno (pomeriggio e sera) da consumare a digiuno.

In alternativa si può preparare un altro tipo di infuso a base di luppolo e altre piante dall’azione calmante. Si miscelano 20 grammi di luppolo, 50 grammi di fiori di camomilla, 20 grammi di passiflora, e 10 petali di papavero selvatico, e si prendono 2 cucchiai su cui si versano 100 ml di acqua bollente. Si filtra e si beve, è consigliato la sera. Per dolcificare si può usare del miele, non più di 1 cucchiaino. Il luppolo si può assumere anche sotto  forma di estratto secco, ne basta 1 opercolo prima di andare a letto.

Photo Credist|PhotoStock

flavonoidi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>