Impotenza, tra i rimedi naturali il ginseng

di Redazione 0

il ginseng coreano potrebbe essere un alleato prezioso contro l’impotenza, una condizione che nell’80% dei casi scaturisce da ragioni fisiologiche, per lo più malattie cardiovascolari (ipertensione, cardiopatia ischemica, ecc.), e solo nel 20% da problemi psicologici. Secondo una ricerca condotta dall’Università Yonsei di Seoul, in Corea del Sud, questa pianta potrebbe aiutare gli uomini con problemi di disfunzione erettile.

Lo studio, diversamente da tutti gli altri avvenuti su modello animale, ha coinvolto 119 uomini a cui era stata diagnosticata una lieve o moderata disfunzione erettile. I partecipanti sono stati suddivisi in 2 gruppi, quello di controllo ha assunto un placebo, mentre l’altro 4 compresse di ginseng al giorno. Dopo 8 settimane, il team di ricerca, utilizzando una scala riconosciuta ufficialmente e nota come International Index of Erectile Dysfunctionnel, ha riscontrato nel gruppo di studio un moderato, ma significativo miglioramento della funzione sessuale.

Il ginseng coreano è molto popolare nella medicina tradizionale, poiché stimola la vasodilatazione e quindi favorisce il flusso sanguigno nei corpi cavernosi del pene. Inoltre, aumenta il testosterone e il desiderio sessuale. Questa pianta, infatti, viene ritenuta da sempre un buon rimedio contro l’impotenza. Va precisato che il ginseng americano e il ginseng siberiano hanno proprietà ben differenti. Quello americano è un calmante e un antisettico, il ginseng siberiano (anche noto con il nome di eleuterococco) è efficace contro la stanchezza e l’astenia.

Come hanno spiegato gli esperti:

Il ginseng coreano estratto dalle bacche ha migliorato tutti i settori della funzione sessuale e può essere utilizzato come alternativa alla medicina per migliorare la vita sessuale negli uomini.

Inoltre, la cura a base di ginseng coreano ha il pregio di non avere gravi effetti collaterali, cosa che non si può invece sostenere per il Viagra. Tra gli effetti indesiderati, infatti, sono stati segnalati solo mal di testa e rossore in viso, ma nessuno sbalzo d’umore.

Photo Credit| Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>