Home » MEDICINA TRADIZIONALE » Cardiologia » Operazione a cuore battente per sostituire valvola aortica e mitralica

Operazione a cuore battente per sostituire valvola aortica e mitralica

Primo intervento al mondo per sostituire valvola aortica e mitralica sempre a cuore battente: è stato eseguito nell’Azienda Ospedaliera di Padova, da una equipe di cardiochirurghi guidata dal prof. Gino Gerosa, e ha consentito al paziente, un uomo di 78 anni, di avere un decorso post operatorio ben più semplice.


L’operazione infatti è stata assolutamente innovativa: l’intervento è stato effettuato passando solo attraverso la punta del cuore, a cuore sempre battente e senza aprire completamente il torace. Il paziente presentava una grave insufficienza valvolare aortica e un altrettanto grave insufficienza valvolare mitralica. Ma è bastato un taglio di appena 5 centimetri sulla gabbia toracica per poter fare un piccolo forellino sulla punta del cuore e, da lì, procedere all’intervento, senza ricorrere alla circolazione extracorporea che viene solitamente utilizzata per tutti gli altri casi di intervento al cuore mirati a riparare danni di varia entità a questo muscolo.

Dopo l’operazione, il paziente ha avuto un decorso regolare e sensibilmente più rapido rispetto alla media. I motivi sono da ritrovare nel fatto che il suo cuore non sia stato fermato durante l’intervento con evidente benefici sui tempi di ripresa. Più facile anche recuperare dopo il piccolo taglio di 5 centimetri eseguito e che ha scongiurato invece l’apertura completa della gabbia toracica, che richiede poi, per guarire completamente, tempi nettamente più lunghi e un decorso post operatorio più impegnativo.

CUORE E ARTERIE, IL MELOGRANO FA BENE

L’intervento combinato al cuore è il primo esempio al mondo: mai fino ad oggi, infatti, si era provveduto alla sostituzione della valvola aortica e mitralica con una operazione microinvasiva senza affidarsi quindi alle classiche procedure che fermano il cuore durante l’intervento e comportando l’apertura della gabbia toracica del paziente. E invece è proprio l’Italia a fare un importante passo avanti nel campo della cardiochirurgia.

Photo Credits | ChaNaWiT / Shutterstock.com

Lascia un commento