Home » MEDICINA TRADIZIONALE » Epidemie » Ebola Nigeria e Africa, tutte le news

Ebola Nigeria e Africa, tutte le news

Se la Nigeria è stata dichiarata già da qualche giorno libera dal virus, purtroppo non si può dire lo stesso del resto dei paesi africani colpiti dall’epidemia di ebola. Gli esperti dell’Organizzazione Mondiale della Sanità si aspettano infatti un picco di contagi per il prossimo dicembre.

 

Da quando il virus dell’ebola ha iniziato ad espandersi in Africa quest’anno, i numeri ci parlano di 4.500 morti su un totale di circa 9.000 contagiati. La mortalità di questo ceppo è rimasta fissa al 50%, costringendo il mondo intero a mettere a punto protocolli per la salvaguardia delle persone. In Africa la situazione si fa sempre più tragica con il passare dei giorni. Ed il fatto che a dicembre si possa arrivare a toccare un picco dei contagi in luoghi giù messi a dura prova dal virus in un contesto di assistenza sanitaria insufficiente e di mancanza di cure efficaci, mette giustamente in allarme le istituzioni mondiali.

A preoccupare maggiormente è la situazione in Liberia dove le previsioni per i prossimi mesi, se non si tenterà di arginare in modo efficiente i contagi da ebola, appaiono essere particolarmente catastrofiche. Commenta in tal senso il prof. Alison Galvani, infettivologo dell’università di Yale.

Le nostre previsioni mostrano come rapidamente si stiano chiudendo le finestre di opportunità per controllare l’esplosione dell’epidemia dell’ebola in Africa ed evitare un catastrofico aumento di nuovi contagi. Sebbene possiamo considerare di essere ancora nel pieno di quella che può essere vista come la fase iniziale della corrente epidemia, le nostre possibilità di evitare delle ripercussioni calamitali si stanno man mano esaurendo.

Una situazione tutt’altro che rosea, sostenuta spesso solo dalla forza dei volontari e dei medici che impegnano in modo incredibile la loro esistenza assistendo i malati anche a scapito delle proprie vite. La prevenzione rimane al momento l’unica vera arma contro l’epidemia d’ebola in corso in Africa. La speranza è che presto i sieri sperimentali in studio possano dare conferma della loro utilità.

Photo Credits | StMayQ / Shutterstock.com

Lascia un commento