Influenza, super-disinfettante universale spray arriva da Hong Kong

di Redazione 0

Deve ancora passare i controlli dell’ufficio brevetti sia negli Stati Uniti che in Cina, e non è nemmeno sbarcato in Europa, ma potrebbe rappresentare il futuro prossimo della prevenzione contro la maggior parte delle epidemie influenzali. Ancora non ha un nome, ma al momento è conosciuto solo con il soprannome di super-disinfettante spray. Arriva da Hong Kong, dove i ricercatori dell’Università di Scienza e Tecnologia della metropoli cinese hanno prodotto uno spray in grado di prevenire con qualche spruzzo l’influenza suina, l’influenza aviaria, le malattie da funghi, muffe, e soprattutto la terribile Sars.

Secondo i suoi inventori, questo disinfettante è talmente potente da uccidere il 99,9% dei batteri entro un minuto con una spruzzata, ed il 99% dei virus influenzali entro tre minuti. Inoltre non dovrebbe essere nemmeno pericoloso per l’uomo dato che non contiene sostanze tossiche.

Al momento siamo in una buona fase della pre-commercializzazione, dato che ha superato i controlli dell’Agenzia per la protezione ambientale e dell’ente regolatorio Fda (Food and Drugs Administration) americani, ha fatto domanda di brevetto sia negli Usa che in Cina, e la certificazione pare essere soltanto una questione burocratica.

Questo rivoluzionario rivestimento è facile da usare, sicuro ed efficace nell’uccidere un ampio spettro di microbi. E’ amico dell’ambiente e il suo effetto è duraturo. Sono sempre più diffusi i microrganismi patogeni resistenti come lo Stafilococco aureo insensibile alla meticillina. Siamo sempre più esposti a germi patogeni pericolosi come virus, batteri, funghi e spore. Senza contare che l’emergenza della resistenza agli antibiotici, in crescita, rappresenta ormai una delle principali sfide per la sanità pubblica. E poiché le superfici contaminate sono uno dei primi veicoli di contagio, mantenere gli ambienti pubblici puliti e disinfettati è quanto mai essenziale

ha spiegato uno dei ricercatori che hanno crato questo prodotto, King-Lun Yeung del Dipartimento di ingegneria chimica e biomolecolare dell’ateneo di Hong Kong. Attendiamo l’autorizzazione al commercio in America prima di poter cantare vittoria, ed infine, dopo che avrà passato i controlli anche in Europa, potremo finalmente sentirci un po’ più sicuri di prima.

[Fonte: Adnkronos]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>