Home » MEDICINA TRADIZIONALE » Ortopedia » Contrattura adduttori e tecarterapia

Contrattura adduttori e tecarterapia

Richiesta di Consulto Medico su contrattura adduttori e tecarterapia
Gent.le Dottore, due mesi fa circa, durante una corsa in salita molto impegnativa ho avvertito un dolore alla coscia destra; stupidamente non mi sono fermato e ho proseguito a correre. Da quel giorno ogni volta che provavo a sollecitare l’arto sentivo un dolore nello stesso punto, per cui mi sono rivolto ad un ortopedico che, dopo avermi interrogato e visitato, mi ha prescritto una ecografia dalla quale risulta (secondo il referto) l’assenza di “alterazioni ecostrutturali a carico dei muscoli del quadricipite ed adduttori, questi ultimi caratterizzati tuttavia da marcato stato contratturale”. Quindi mi sono recato da un fisiatra, il quale, dopo avermi visitato e analizzata l’ecografia, ha confermato la contrattura escludendo una situazione di pubalgia e indicando come prognosi: “sovraccarico funzionale in fase di strutturazione a livello di 1/3 superiore – 1/3 medio dei muscoli adduttori dell’anca destra”. Come cura mi ha consigliato della “TECAR terapia” (6-8 sedute 2,3 volte alla settimana). Tuttavia, anche dopo questo trattamento, la contrattura non sembra essere diminuita in modo significativo; quindi, mi chiedevo se fosse consigliabile proseguire con questa terapia o fosse meglio rivolgermi nuovamente allo specialista. In questi casi la TECAR è la terapia più efficace? Forse sarebbe necessario approfondire il problema sottoponendomi ad altro esame più approfondito? (tipo risonanza?). Grazie per l’attenzione che mi ha concesso.

 

Specializzazione: Ortopedia e Medicina dello Sport
Tipo di Problema: Persistenza contrattura adduttori nonostante tecarterapia

 

Risponde il professor Francesco Bizzarri specialista in ortopedia e traumatologia, medico dello sport, dipendente dell’Università di L’Aquila e presidente nazionale della Società Italiana di Ginnastica Medica. Per contatti diretti: [email protected] o al cellulare 338/5665050

 

Egr.Sig., La Tecar terapia può andare sicuramente bene, ma andava abbinata anche una terapia farmacologica miorilassante . Saluti F.Bizzarri

 

 

Leggi anche:

 

 

 

 

Se avete altre domande da porre ai nostri specialisti visitate la pagina specifica “Chiedi all’esperto, consulti online su Medicinalive”.

Vi ricordiamo che non si effettuano diagnosi online e neppure si prescrivono terapie : Medicinalive e gli esperti coinvolti propongono contenuti a scopo esclusivamente informativo, che mai, in nessun caso possono sostituire una visita specialistica diretta o il rapporto con il proprio medico curante, le uniche basi attraverso cui dopo una diagnosi certificata ed una visita clinica è possibile prescrivere un qualunque trattamento.

Foto: Thinkstock

 

 

Lascia un commento