Lesione legamento crociato anteriore sintomi e rimedi

di Valentina Cervelli 0

La lesione del legamento crociato anteriore consiste nella rottura parziale o totale di uno dei 4 legamenti più importanti del ginocchio. Scopriamo quali sono i sintomi di questo problema e i rimedi che è possibile mettere in atto per arrivare alla guarigione.

La funzione del legamento crociato anteriore è, insieme a quello posteriore, di tenere stabile il ginocchio in modo che la tibia non si sposti nel suo allineamento rispetto al femore, consentendo alla persona di deambulare. La lesione del legamento crociato anteriore può avvenire a causa di traumi distorsivi diretti o indiretti rei di dare vita a rotazioni forzate, o a causa di un’eccessiva estensione del ginocchio. E’ di certo uno dei traumi sportivi più comuni a livello statistico nel calcio e nello sci.

Sintomi lesione legamento crociato anteriore

I sintomi della lesione del legamento crociato anteriore sono di durata variabile: essi consistono nel gonfiore del ginocchio per via del versamento di liquido siero-ematico intrarticolare che si crea all’altezza della rottura parziale o o totale dello stesso ed un dolore che passa dal medio all’intenso. A seconda della gravità della lesione sia il gonfiore che il dolore possono permanere a lungo: di media essi aumentano durante i primi due giorni e diminuiscono poi gradualmente. Al momento dell’infortunio è possibile sentire un “pop” più o meno forte.

Rimedi lesione legamento crociato anteriore

I rimedi per la lesione del legamento crociato anteriore possono essere di tipo conservativo o chirurgico. Per portare allo sgonfiamento della parte il medico inizialmente consiglierà un periodo di riposo con applicazione di ghiaccio sul ginocchio ed una terapia a base di farmaci antinfiammatori. In seguito a seconda delle caratteristiche generali del paziente si deciderà come intervenire.

Se la lesione non è molto estesa in alcuni casi sarà possibile evitare l’operazione lavorando sul rinforzo dei muscoli della coscia grazie ad una riabilitazione opportunamente pensata e l’utilizzo di un tutore specifico. Quando la lesione del legamento crociato anteriore è totale viene eseguito un intervento, in artroscopia, così composto:

  • Asportazione dei residui del legamento crociato anteriore danneggiato
  • Preparazione dell’alloggiamento del nuovo legamento
  • La realizzazione di tunnel ossei nel femore e nella tibia per l’inserimento
  • L’inserimento del nuovo legamento nell’articolazione

Si tratta di una procedura minivasiva che può essere eseguita senza problemi in anestesia locale. E che deve essere seguita da un percorso riabilitativo dedicato.

Potrebbero interessarti:

Fonte | Humanitas

Photo Credit | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>