Inquinamento e sesso del nascituro: ci sarebbe un legame

di Redazione 1

Sarebbe stato rintracciato un legame fra l’esposizione ad alti livelli di policlorinati bifenili (PCB), un gruppo di inquinanti tossici impiegati fra l’altro in edilizia, e sesso del nascituro. Infatti, secondo uno studio statunitense condotto all’università di Berkeley e pubblicato sulla rivista Environmental Health, il numero di femmine messe al mondo da alcune donne massicciamente esposte a queste sostanze durante gli anni ’50 e ’60 è particolarmente alto.

I PBC, che comunque sono al bando sin dagli anni ’70, già in passato erano stati associati a problemi del sistema immunitario, riproduttivo, nervoso ed endocrino. Questa ricerca dimostra che le donne più esposte a questi inquinanti avevano il 33 per cento in meno di possibilità di mettere al mondo un maschio rispetto alle altre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>