Conoscere il sesso del nascituro nel primo trimestre grazie a test su sangue materno

Sarà possibile conoscere il sesso del nascituro già nelle prime settimane di vita grazie ad una analisi del sangue. Un protocollo simile era già stato presentato lo scorso agosto da una ricerca statunitense in materia. Ora sono i coreani a rincarare la dose, attraverso uno studio condotto dai ricercatori dell’Università di Seul e pubblicata sulla rivista di settore Faseb Journal.

Gravidanza, mangiare verdure per concepire una bambina?

Se il detto “auguri e figli maschi” in gravidanza pensiate non faccia per voi e desiderate avere delle figlie femmine, passate ad una dieta a base vegetariana: aumenterete le probabilità di concepire una bella bambina.

Una ricerca a tal riguardo è stata condotta da scienziati delle università olandesi di Delft e Maastricht. I suoi sorprendenti risultati sono stati pubblicati sulla versione online della nota rivista Reproductive Medicine.

L’aspettativa di vita delle donne influenza il sesso del bambino

Sono molte le credenze sui fattori che possono influenzare il genere sessuale del bambino durante la gravidanza. Alcuni, come il tipo di alimentazione, sono stati confermati scientificamente da alcune ricerche.

Ora un nuovo studio effettuato dai biologi dell’Università del Kent, sostiene addirittura che le donne, in base alla differente aspettativa di vita, contribuiscono a determinare se il nascituro sarà maschio o femmina.
La ricerca ha infatti rivelato che le future madri britanniche che credevano di vivere più a lungo hanno avuto più probabilità di dare alla luce un figlio maschio rispetto alle donne che pensavano di morire presto.