Citomegalovirus, sintomi e cura

di Valentina Cervelli 0

Il citomegalovirus è un virus appartenente alla famiglia dell’herpes. Scopriamone sintomi e cura.La sua diffusione e di tipo globale e non ha un preciso target in quanto a contagi. Una volta che la persona contrae l’infezione, quest’ultima può rimanere latente all’interno dell’organismo per tutta la vita e riattivarsi nel momento in cui il sistema immunitario è più debole.

Sintomi del citomegalovirus

Nella maggior parte dei casi l’infezione da citomegalovirus è asintomatica: questo avviene perché quasi sempre le difese immunitarie sono in grado di tenere sotto controllo l’agente patogeno. La sua virulenza si esprime in modo evidente nelle persone con un sistema immunitario compromesso portando conseguenze, anche gravi, a carico degli occhi, sistema nervoso, sistema gastrointestinale e fegato. Nella maggior parte dei casi i sintomi sono i seguenti:

  • febbre,
  • mal di gola,
  • affaticamento
  • ingrossamento dei linfonodi.

Se negli adulti e nei ragazzi è necessario agire tempestivamente per evitare effetti collaterali gravi, la sintomatologia più grave ed evidente si registra quando l’infezione da citomegalovirus avviene tra madre e feto.  E’ possibile infatti registrare alla nascita difetti all’udito, problemi al fegato ed alla milza, ittero, petecchie, sottosviluppo e convulsioni. Il citomegalovirus può dar vita a disabilità permanenti nel neonato: calcificazioni cerebrali, sordità, cecità, ritardo mentale, deficit di coordinazione.

Cura del citomegalovirus

Il citomegalovirus si cura attraverso dei farmaci antivirali specifici. Essi vengono di solito forniti alle persone immunodepresse nelle quali l’infezione esplode in tutta la sua virulenza. Differente è l’approccio per ciò che concerne le donne incinte ed il possibile contagio del feto. Lo screening per questo agente patogeno non è considerato di routine e gli esami che non lascerebbero spazio a dubbi come l’amniocentesi e l’esame del sangue fetale comportano dei rischi che non li rendono al momento ascrivibili in quelli da eseguire di default.

Sono ad ogni modo previsti specifici programmi sperimentali per l’approccio della malattia in caso di trasmissione congenita.

Potrebbe interessarti anche

Citomegalovirus, nuovo test dna per individuarlo

Citomegalovirus ed aterosclerosi

Photo Credit | Thinkstock

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>