Cellulite, tra i rimedi naturali frutta e verdura

di Redazione 0

La “ricetta” per vincere la cellulite? Frutta e verdura a volontà. Secondo gli esperti, infatti, per dire addio alla tanto odiata buccia d’arancia basta consumare 1 kg di frutta e verdura al giorno per 4 mesi. Insomma, a partire da oggi abbiamo tutto il tempo per preparaci alla prova costume…

Durante il convegno “La salute nel piatto”, che si è appena svolto a Roma, si è parlato anche di cellulite, un disturbo che riguarda essenzialmente la popolazione femminile e che, sebbene venga spesso definito un semplice inestetismo della pelle, è piuttosto una malattia.  Chiaramente, non si tratta di una patologia grave, ma non è di certo un bel vedere ed è sintomatico di altre condizioni.

La cellulite si presenta sotto forma di fossette o piccoli rigonfiamenti, tende ad accumularsi su cosce e glutei, e può colpire tanto le magre quanto le donne più rotonde. Tra le cause ci sono lo stress, uno stile di vita sedentario, la cattiva alimentazione, l’abuso di alcol, il fumo, la cattiva circolazione sanguigna e l’uso di contraccettivi orali. Molte, le cure contro la cellulite, ma raramente sortiscono l’effetto desiderato.

Secondo gli esperti che sono intervenuti al convegno “La salute nel piatto”, per sgonfiarsi bisogna consumare molta frutta e verdura, almeno 1 kg ogni giorno, distribuite in 5 pasti. Per quanto riguarda la frutta, è preferibile consumare una macedonia piuttosto che un unico frutto. A colazione, invece, niente dolcilatte, meglio un panino col prosciutto o condito con l’olio.  A pranzo è preferibile un piatto di pasta senza condimenti fritti o soffritti e verdure a go go, mentre a cena carne o pesce, sempre accompagnati da verdure crude e da legumi.

Come ha spiegato Pier Antonio Bacci, docente di medicina estetica all’Università di Siena:

In 10 giorni i primi effetti apprezzabili, 30 giorni per un miglioramento evidente e da qui a giugno i risultati sono quelli sperati perché con questa dieta cala l’acidità e i tessuti si sgonfiano.

Photo Credit| Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>