Mal di pancia da rientro, come evitarlo

di Valentina Cervelli 0

Attenzione ai mal di pancia da rientro. Cosa sono? E’ presto detto: quei disturbi di stomaco o intestinali che di solito ci si procura mangiando dei cibi rimasti in casa nel periodo di ferie passato fuori e non perfettamente conservati. Intossicazioni alimentari che possiamo facilmente evitare.

Il pericolo, sebbene poco visibile, è sempre in agguato. Al rientro delle ferie è quindi necessario verificare le condizioni degli alimenti che abbiamo in casa prima di azzardarci a consumare qualcosa. La prima cosa da fare è quindi scoprire se nel corso della nostra assenza il frigorifero abbia funzionato in maniera adeguata, ed allo stesso modo il congelatore. Se sulle nostre cibarie contenute nel freezer ad ad esempio si è formato uno strato di ghiaccio, deve esservi stato uno stop nel funzionamento dello stesso. In quel caso evitiamo di consumare quegli alimenti: avremo la certezza di aver evitato una possibile intossicazione alimentare ed il classico mal di pancia da rientro.

Ovviamente dovrete buttare tutte quelle cose lasciate nel frigo alla partenza e già aperte: succhi di frutta, conserve di pomodoro, latte. Non solo, dovrete fare attenzione anche a possibili vaschette di yogurt o elementi confezionati che appaiono stranamente gonfi: potrebbe essere sinonimo di fermentazioni indesiderate da evitare come la peste. Gli unici alimenti per i quali non dovete preoccuparvi sono quelli sottolio, a patto che lo stesso li ricopra perfettamente. Eliminate anche quei salumi che presentano tracce di ossidazione o formaggi che presentino muffe dovute ad una cattiva conservazione. Soffrire di diarrea per non aver voluto “sprecare” qualcosa è una conseguenza facilmente evitabile.

Nell’approcciarvi con la frutta e la verdura verificate le loro condizioni, eliminando tutti i pezzi avariati. In questo caso si può procedere ad una selezione ed all’eliminazione della semplice porzione marcita, ma deve essere fatto prima che possa recare danno anche al resto delle cibarie. Non dimenticate infine, se volete evitare il mal di pancia da rientro, di controllare la data di scadenza degli alimenti in scatola e verificate lo stato di pane confezionato e pasta, soprattutto per ciò che concerne ciò che di già aperto avete in casa.

Photo Credit | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>