Home » MEDICINA DELL'ALIMENTAZIONE » Alimentazione e prevenzione » Stanchezza, combatterla mangiando bene

Stanchezza, combatterla mangiando bene

La stanchezza? La si può combattere mangiando bene. Questa condizione è legata a moltissime cause che vanno dall’eccessivo sforzo fisico allo stress. Vediamo quali cibi mangiare per prevenire questo stato delle cose.

Combattere la stanchezza con cibi specifici

Per quanto possa sembrare strano, mangiare specifici alimenti può dare una mano non indifferente a stare meglio e a combattere la stanchezza. Il merito è dei nutrienti contenuti al loro interno. Un esempio? Il primo cibo che non dovrebbe mai mancare sulla nostra tavola sono i funghi. Non sono graditi a tutti ma dovrebbero essere consumati da tutti. La loro dose di ferro importante è basilare per la buona salute dell’emoglobina, la proteina dei globuli rossi. Essi ci aiutano a ossigenare il corpo. Una carenza di questo elemento è spesso la causa principale della stanchezza che si prova e che comporta una scarsa ossigenazione degli organi e dell’organismo.

Altro cibo importante per combattere la stanchezza è lo yogurt: la sua dose di probiotici è basilare per il corretto funzionamento dell’intestino. L’aiuto che danno ad assorbire i nutrienti necessari è irrinunciabile.  Anche la frutta secca è importante per combattere la stanchezza e ruolo di elezione lo hanno le nocciole, soprattutto se mangiate al naturale.

Le verdure, alla base di qualsiasi dieta equilibrata, sono fondamentali contro la stanchezza. E in particolare gli spinaci devono essere presenti nella nostra dieta. Sono infatti ricchi di potassio, ferro e magnesio, sono digeribili con molta facilità e arrecano benefici ai muscoli e ai nervi.

Importanti le vitamine del gruppo B

Contro la stanchezza è importante l’assunzione di vitamine del gruppo B. Come assumerle? Consumando salmone grazie alle sue dosi generose di riboflavina (B2), niacina (B3) e piridossina conosciuta anche come vitamina B6. Questo alimento prova sempre di più di essere necessario per il corretto funzionamento dell’organismo.

Anche i semi di zucca e di girasole sono perfetti per combattere la stanchezza, insieme alle patate che non solo offrono energia ma anche ottime dosi di ferro, potassio, magnesio, vitamina C e D. Non bisogna poi dimenticare di prevedere della nostra dieta le uova con le loro proteine aiutano in maniera importante il recupero muscolare.

Infine, ma non per importanza, per combattere la stanchezza non dobbiamo assolutamente rinunciare all’acqua. Rimanere idratati è la parola chiave per affrontare qualsiasi problema. È ovvio che per stare in forma dobbiamo riposare dopo uno sforzo fisico. Ma  allo stesso tempo possiamo fare di più, mangiando bene.

 

Lascia un commento