Colesterolo, scoperta una forma ultra-cattiva: i rischi

Colesterolo cattivo? No ultra-cattivo. Ecco un nuovo rischio per anziani e diabetici in primis, ma anche per tutti coloro che soffrono già di ipercolesterolemia. L’allarme arriva da uno studio scientifico appena pubblicato sulla rivista Diabetes, realizzato presso l’Università di Warwick (UK). Il nuovo nemico della salute si chiama Mgmin-LDL e si aggiunge alle due forme già conosciute: l’HDL (il cosiddetto colesterolo buono) e l’LDL (il colesterolo cattivo), da cui l’ultimo arrivato deriverebbe. Gli scienziati, guidati dalla dottoressa Naila Rabbani, nel corso di alcuni test di laboratorio sul colesterolo cattivo, hanno evidenziato la nuova conformazione di grassi nel sangue ricca di zuccheri molto fini che favoriscono un più pericoloso attecchimento alle pareti dei vasi sanguigni.

Un formaggio buono per il colesterolo, in arrivo il pecorino sperimentale!

Formaggi contro il colesterolo, sembra alquanto improbabile visto che proprio questi latticini sono tra i maggiori responsabili dell’aumento del tasso di LDL. Eppure una recente ricerca tutta italiana ha portato alla sperimentazione di un pecorino “buono”, capace di tenere a bada la colesterolemia, mantenendo nella norma la quantità di lipoproteine nel sangue.

A creare il formaggio sperimentale sono stati i ricercatori dell’Università di Pisa con uno studio coordinato con gli atenei italiani più prestigiosi nel campo dell’innovazione medica e della prevenzione: le università di Bologna, Cagliari, Firenze, Milano, Piacenza, Salerno, Sassari, e la collaborazione dell’istituto nazionale ricerca alimenti e nutrizione di Roma.
Ma come è stato creato il pecorino anti-colesterolo e quali sono i suoi effetti sul colesterolo LDL, il cosiddetto colesterolo cattivo, fattore di rischio di malattie cardiovascolari, ictus ed infarto?

Pistacchi per migliorare la salute del cuore

I pistacchi fanno bene al cuore. E’ quanto affermano, in un recente studio, i ricercatori della Penn State University, che hanno condotto una delle prime analisi per verificare le modalità con cui i pistacchi abbassano il colesterolo.

Come spiega una delle autrici dello studio, Sarah K. Gebauer:

Abbiamo studiato i meccanismi di azione che scatenano la riduzione del colesterolo nelle diete che includono i pistacchi.