Hamburger artificiale, avrà conseguenze per la salute?

Navigando in rete ci siamo resi conto che il tema di oggi è senza dubbio l’hamburger artificiale. Una notizia che in realtà non è nemmeno tanto notizia visto che se ne parla da mesi, soltanto che ora sembra sempre più concreto. Tutti che raccontano più o meno gli stessi fatti, e cioè che sono state realizzate finora appena due strisce di carne sintetica dalle cellule staminali bovine, e che per fare un hamburger completo ce ne vogliono 3000; che questo primo pezzo di carne sarà pronto ad ottobre e che salverà il pianeta dalle emissioni di gas serra. Ma delle conseguenze sulla salute non ne parla nessuno?

Radiazioni: quando diventano pericolose

Nei giorni scorsi ci siamo occupati degli effetti sulla salute di un’esplosione di una centrale nucleare, degli effetti del terremoto e dell’allarme dell’Oms sulle radiazioni, ma parlare di questo tema non è semplice in quanto c’è molta confusione tra la popolazione. Bisogna infatti notare che siamo circondati da radiazioni, e nonostante c’è chi pensa che siano innocue, mentre altri sono sicuri che esse portano a cancro ed altre patologie, esistono diverse quantità di esposizione che possono comportare (o non comportare) conseguenze sulla salute.

Gli esperti della sanità hanno esortato i Governi asiatici che si affacciano sul Pacifico a monitorare i livelli di radioattività dopo il danneggiamento dell’impianto di Fukushima, in Giappone, in seguito al terremoto, il quale ha portato a diverse esplosioni e la diffusione di radiazioni nell’aria.

Terremoto in Giappone, gli effetti dell’esplosione nucleare sulla popolazione

Un portavoce del governo del Giappone ha confermato lo stato di emergenza in un impianto nucleare a Fukushima, in seguito ai danneggiamenti provocati dal terremoto di ieri mattina. Il sistema di raffreddamento non ha funzionato, e nonostante le fughe radioattive siano state limitate, un’esplosione avvenuta nelle scorse ore potrebbe avere effetti devastanti sulla popolazione.

Il rischio peggiore è che si ripeta una nuova Chernobyl. Il 26 aprile 1986 uno dei reattori della centrale nucleare di Chernobyl, in Ucraina, esplose producendo una nube massiccia di radiazioni, provocando il più grave incidente nucleare della storia. Trentuno persone rimasero uccise all’istante, mentre più di otto milioni di persone in Bielorussia, Ucraina e Russia furono esposte a radiazioni di vario grado.

Il fumo passivo uccide 600 mila persone all’anno

C’è un killer invisibile tra di noi, tutti lo conosciamo ma è quasi impossibile da evitare: il fumo passivo. Sono arcinote le conseguenze del fumo sulla salute dei fumatori, e negli ultimi anni anche del cosiddetto “fumo di seconda mano“. Il problema è che, nonostante le raccomandazioni, risulta difficile evitare di esporre al fumo passivo gli altri, specialmente i più piccoli.

Una ricerca condotta da Armando Peruga e Annette Pruss-Ustun dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) su 192 Paesi, praticamente quasi tutto il mondo, ha rilevato che ogni anno sono più di mezzo milione le persone che, pur non fumando, muoiono a causa degli effetti del fumo.

Ora solare, latte e riso contro jet lag da cuscino

Il 31 ottobre torna l’ora solare, in vigore fino al 27 marzo prossimo: nella notte tra sabato e domenica (questa notte, per intenderci), alle 3:00 a.m. dovremo spostare le lancette di un’ora indietro.
L’ora civile convenzionale è adottata da molti Paesi in inverno per risparmiare sul consumo di elettricità, sfruttando la luce diurna.

Interpellati da Coldiretti Lombardia, gli esperti del Centro di Medicina del sonno del San Raffaele di Milano consigliano, per evitare passaggi troppo bruschi, effetti sulla salute e prevenire quella che definiscono la sindrome da jet lag da cuscino, un’alimentazione che comprenda alimenti capaci di agire come regolatore del ritmo del dormiveglia.

Ora solare, gli effetti sulla salute

Ritorna l’ora solare. Nella notte tra sabato 30 e domenica 31 ottobre dovremo spostare indietro di un’ora le lancette dell’orologio. Un provvedimento che a primo impatto può sembrare positivo (dormiamo un’ora in più), ma che può avere effetti sulla salute, da lievi a gravi, fino ad incorrere nel disturbo affettivo stagionale.

Non tutti ne soffrono, anche se sono in molti ad essere predisposti a questa condizione. La differenza di un’ora, seppur minima, può creare infatti gli stessi problemi del cambiamento di fuso orario, dato che i ritmi del corpo vengono modificati. Gli effetti più comuni sono sull’umore, e possono portare dalla difficoltà ad alzarsi dal letto al malessere, dall’astenia (riduzione della forza muscolare), fino alla vera e propria depressione “autunnale”.

Crisi economica, quali sono i suoi effetti sulla salute?

L’economia globale sta attraversando uno dei momenti più cupi della sua storia. Le notizie che giungono da oltreoceano e la crisi di Wall Street influenzano i mercati europei, in quella che è una reazione a catena inscindibile dalle logiche del villaggio globale a cui si è ridotto il mondo.

In questi giorni sentiamo parlare spesso, in particolar modo i politici, di non lasciarsi prendere dal panico.
Investitori e proprietari di titoli azionari devono mantenere la calma. Più facile a dirsi che a realizzarsi. L’organismo e la psiche umana, infatti, non sempre riescono a tollerare eventi così stressanti come le difficoltà economiche, i timori di aver perso tutto, l’incapacità di pagare il mutuo, le preoccupazioni per un futuro sempre più precario ed incerto. Come reagisce in questo caso il nostro corpo?