Tumore al cervello: allo studio un vaccino

I ricercatori dell’Università di Los Angeles hanno appena prodotto un vaccino che avvia un meccanismo nel sistema immunitario in grado di “mantenere a bada” un tipo mortale di tumore al cervello. Si tratta del glioblastoma, o glioma maligno, ed è il tipo più comune di tumore maligno al cervello. Esso è mortale, con la maggior parte delle persone che muoiono circa 12-14 mesi dopo la diagnosi, secondo i dati del dottor Isaac Yang, neurochirurgo presso l’Università californiana e autore principale dello studio.

Negli studi clinici, i ricercatori hanno creato vaccini individualizzati per 34 pazienti con tumore del tessuto cerebrale e delle cellule dendritiche, che sono parte del sistema immunitario. Quando il vaccino viene inoculato, “insegna” al sistema immunitario a riconoscere le cellule tumorali e ad attaccarle.

Tumore al cervello: italiani studiano una via per curarlo

Ancora non esiste una cura per uno dei tumori più terribili, il glioblastoma, o tumore al cervello, ma un team di scienziati italiano è molto vicino al raggiungere la soluzione. Il team formato da Antonio Iavarone e Andrea Califano è riuscito a bloccare lo sviluppo delle cellule tumorali finora nei topi da laboratorio.

La loro ricerca, effettuata presso la Columbia University di New York, e pubblicata sulla rivista Nature, si è basata sull’individuazione del funzionamento del meccanismo attraverso il quale si sviluppa un tumore. Iavarone e Califano hanno individuato due geni, C/Ebp e Stat3, denominati la “Cupola” o, per dirla all’americana, “Master Genes”. Essi sono come dei boss che, attraverso le loro azioni, affiliano altre cellule normali, facendole diventare aggressive, e permettendo l’espandersi del tumore.