Astenoteratospermia severa, è grave? E quali cure?

Richiesta di Consulto Medico su astenoteratospermia severa
Salve vorrei avere dei chiarimenti per capire..a mio marito gli hanno trovato una astenoteratospermia severa dopo una icsi. Proviamo da 4 anni ad avere un figlio e nell’ultimo spermiogramma non era stata evidenziata questa diagnosi. Ora invece abbiamo: Concertazione su 70 mil/ml tipo A 0% tipoB 15% tipoC25% è tipo D 60% morfologia 4%..la mia domanda è si può curare o migliorare? È quanto è grave ?

Fertilità, 5 consigli per i ragazzi

La fertilità va salvaguardata specialmente nell’adolescenza: è questo quanto affermato della Società Italiana di Andrologia (Sia) che si rivolge ai giovani ragazzi per dare loro 5 consigli salva-fertilità da applicare ogni giorno. Anche perché, sempre secondo i dati della Sia, circa la metà degli adolescenti ha almeno un problema andrologico, che in molti casi può sfociare in infertilità maschile.

Infertilità e varicocele 1° grado, che fare?

Richiesta di Consulto Medico su infertilità e varicocele
Salve dottore ho 30 anni e da 4 io e mia moglie cerchiamo un bambino; dopo varie analisi scopro un varicocele sinistro 3 grado destro 1 grado a detta del dottore. Importante è quello sinistro: lo opero ma la quantità degli speratozooi, resta invariata.Dopo un po ho deciso di consultare un laltro medico il quale ha effettuato un agoaspirato a destra. Essendo tutto negativo il risultato, mi ha detto che l’unica cosa da fare è operare anche il varicocele destro. Però….. essendoci informati alcuni dottori dicono che questo varicocele destro con l’infertilità c’ entra ben poco…cosa possiamo fare e soprattutto a chi credere? Grazie in anticipo x la sua risposta.

Fertilità maschile a rischio con la protezione solare?

Fertilità maschile a rischio con la protezione solare? L’allarme è lanciato da uno studio dell’Università di Copenaghen che individua nell’utilizzo di alcune creme specifiche potenziali rischi per l’uomo. Colpa di alcuni composti chimici contenuti all’interno dei prodotti in commercio e che, se da una parte proteggono la pelle dagli effetti dannosi dei raggi UVA, dall’altro producono effetti negativi sulla qualità degli spermatozoi. Ma cerchiamo di capire in che modo l’utilizzo prolungato di creme solari con fattore di protezione influenzerebbe, in negativo, la fertilità dell’uomo.

Infertilità maschile, nuova tecnica per spermatozoi migliori

Una nuova tecnica per scegliere gli spermatozoi migliori, ovvero quelli che hanno maggiori possibilità di dare inizio ad una gravidanza e combattere l’infertilità maschile: si chiama Macs (Magnetic-Activated Cell Sorting) e permette di selezionare il seme maschile, individuando gli spermatozoi sani ovvero non danneggiati nella loro composizione genetica.

6 cause dell’infertilità maschile

Vediamo insieme 6 cause dell’infertilità maschile. Sotto questo termine possiamo raggruppare diversi problemi dell’apparto riproduttivo dell’uomo. Scopriamo cosa causa questi stati controproducenti per la procreazione.

Festa del papà e prevenzione dell’infertilità maschile

Anche quest’anno torna l’appuntamento con Androlife, la Campagna di sensibilizzazione  sull’infertilità maschile, che partirà il giorno della Festa del papà, il 19 marzo e si svolgerà fino al 23 marzo. Testimonail dell’iniziativa l’attore Alessandro Gassman. La Campagna è rivolta alla popolazione maschile verso una maggiore cura della propria salute sessuale e riproduttiva, è sostenuta dalla Fondazione Amico Andrologo e da SIAMS, con il patrocinio del Ministero della Salute.

Oligozoospermia

Oligozoospermia

Si tratta di una condizione caratterizzata da una concentrazione ridotta degli spermatozoi nel liquido seminale ed è associata ad un aumento del rischio di infertilità. L’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) ha stabilito come valore di riferimento una produzione inferiore a 20 milioni di spermatozoi per ogni ml di seme eiaculato.

Varicocele di 2° grado: sintomi, si opera o quale cura?

Il varicocele è una patologia che coinvolge l’apparato circolatorio dello scroto e consistente nella dilatazione dei suoi vasi sanguigni. Esso può essere di tre gradi differenti. Vediamo insieme quali sono i sintomi di quello di 2° grado e se lo stesso necessiti di un intervento chirurgico.