Rischio tubercolosi da guano: mito o possibilità?

Rischio tubercolosi da guano: è un mito o una possibilità? La grande quantità di escrementi di uccelli che colpisce Roma ogni giorno grazie alla massiccia presenza di storni nel cielo non solo ha creato alcuni incidenti ma inizia a preoccupare dal punto di vista sanitario. Ne vale la pena?

Influenza aviaria, scoperta la miccia delle infezioni

L’allarme per l’influenza aviaria si è spostato anche ad Hong Kong, dove sono stati rilevati diversi focolai del virus dei polli. Ma non solo cattive notizie arrivano dall’estero: gli scienziati hanno scoperto la miccia delle infezioni derivanti da questo agente patogeno.

Influenza aviaria, rischio contagi in Giappone?

Diversi focolai di influenza aviaria sono attualmente attivi Giappone. C’è rischio di contagio? Ciò che sta accadendo in Giappone è giunto solo ora fino a noi a causa delle morti occorse in Libia, ma questo tipo di influenza sta tenendo in allerta la nazione nipponica dallo scorso aprile.

Influenza aviaria, epidemia in Libia?

Quattro persone sono morte in Libia dopo aver contratto l’influenza aviaria. Una quinta è attualmente ricoverata sotto osservazione. E’ normale chiedersi se vi sia il rischio di una epidemia e se l’Italia debba preoccuparsi per questo.

Aviaria, nuovo caso nel Ravennate

Il virus dell’influenza aviaria è stato isolato nel Ravennate. E’ stata la stessa Ausl di competenza a rendere nota la scoperta. Bisogna preoccuparsi? No, la situazione è attualmente sotto controllo e nuove verifiche sono in corso.

Influenza aviaria H10N8 come la Spagnola?

L’influenza aviaria H10N8 isolata in Cina come la Spagnola che nel 20esimo secolo ha mietuto milioni di vittime in tutto il mondo? E’ la paura degli esperti, che sospettano in base ai dati già raccolti che questo virus possa essere in grado di scatenare una pandemia.

Influenza aviaria H10N8, c’è rischio pandemia?

L’influenza aviaria del ceppo H10N8 è diventata la nuova preoccupazione degli scienziati cinesi. Non solo la pericolosissima H7N9 che continua a contagiare persone dal 2013 ma anche questa nuova variante, a quanto pare altrettanto spaventosa.

Influenza aviaria, 7 nuovi casi di H7N9 in Cina

L’influenza aviaria in Cina continua a preoccupare: sette nuovi casi di contagio dal ceppo H7N9 sono stati registrati tra il paese sopracitato, Taiwan ed Hong Kong, portando la conta finale dei contagiati a 175. Lo comunica l’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Influenza aviaria, nuovo ceppo H10N8 uccide donna

Un nuovo ceppo di influenza aviaria, denominato H10N8, è comparso in Cina ed ha già mietuto una vittima: una donna di 73 anni residente nella provincia di Jiangxi. Nessun allarme per ora, ma il virus è stato isolato e campionato per essere studiato dal  Centro cinese per il controllo e la prevenzione delle malattie.

Influenza aviaria, virus H7N9 resistente ai farmaci

Una delle eventualità che si sperava non si avverassero si è compiuta: il virus dell’influenza aviaria H7N9 è mutato, diventando resistente all’unico farmaco in grado di combatterlo nell’essere umano, il Tamiflu. Non si vuole partire con allarmismi precoci, ma di certo questa non è una buona notizia.

Influenza Aviaria, nuovo caso di H7N9 in Cina

Nuovo caso di influenza in aviaria in Cina. Sebbene l’allarme al momento sia circoscritto ancora solo nel paese orientale, l’attenzione da parte dell’Organizzazione Mondiale della Sanità è molto alta per paura di un possibile diffondersi dell’epidemia.

Aviaria, allevatore contagiato ma nessun allarme

Un uomo è stato trovato positivo al virus dell’aviaria H7N7 dopo un contatto avvenuto per motivi professionali con i volatili malati riscontrati negli allevamenti sequestrato in Emilia Romagna. Lo conferma l’Istituto Superiore di Sanità sottolineando al contempo la necessità di non lanciare allarmi inutili.

Aviaria, scoperto terzo focolaio nel bolognese

Un terzo focolaio di aviaria è stato scoperto nel bolognese. Dopo i casi rilevati nel ferrarese, nuovi animali malati sono stati trovati negli allevamenti di Mordano,  di proprietà della stessa azienda agricola di Ostellato protagonista dei primi rilevamenti.

Aviaria in Cina, primo caso contagio tra uomini?

Potrebbe essere giunto il momento che tutti aspettavano con timore: quello di un possibile contagio uomo-uomo per ciò che concerne il virus dell’influenza aviaria in Cina. Il “paziente zero” e la sua storia clinica sono stati studiati e pubblicate in un articolo della rivista di settore British Medical Journal.