Cellule staminali nel latte materno, cosa fanno

Nella latte materno vi sono delle cellule staminali. Ed esse hanno uno specifico compito. E’ questo che sostengono i ricercatori dell’Università del Western Australia in uno studio presentato in occasione del Simposio tenutosi a Londra sul tema. Vediamo insieme di cosa si tratta.

Latte materno venduto online è pericoloso

Latte materno online? Fate attenzione ai batteri. Come ogni acquisto di materiale medico o collegato al mondo della farmacia e dell’infanzia, ciò che viene offerto a pochi euro in rete deve perlomeno insospettirvi. Non è tutto oro quel che riluce ed a prezzi scontati possono corrispondere prodotti scadenti e pericolosi.

Giornata mondiale dell’allattamento al seno: 29 marzo

Il prossimo 29 marzo si celebrerà la Giornata mondiale dell’allattamento al seno. Un giorno del quale sottolineare, se ancora ce ne fosse bisogno, l’importanza di questo grande atto d’amore della madre nei confronti del figlio, sia da un punto di vista emotivo che medico.

Il latte materno contiene più di 700 tipi di batteri

Il latte materno? Contiene oltre 700 batteri. I ricercatori spagnoli dell’Instituto de Agroquímica y Tecnología de Alimentos (IATA-CSIC) e Centro Superior de Investigación en Salud Pública (CSISP-GVA) sono stati in grado, per la prima volta in campo medico, a tracciare la “mappa del microbioma batterico” contenuto nella secrezione mammaria.

Gravidanza, salmone arricchisce latte materno di omega 3

Quando una donna è incinta, tutto ciò che fa, respira e mangia può avere ripercussioni sullo sviluppo del bambino. Una recente ricerca condotta dall’Università di Reading ci illustra una particolare correlazione tra la presenza di acidi grassi omega 3 all’interno del latte materno ed il consumo di salmone della madre in gestazione.

Terapia intensiva neonatale, nuovo dispositivo per la gestione del latte materno

Nei reparti di terapia intensiva neonatale è in arrivo un nuovo dispositivo messo a punto da Medela, azienda leader nella ricerca e produzione di dispositivi per l’allattamento, la neonatologia, l’aspirazione chirurgica in tutto il mondo. Si chiama Calesca ed è  in grado di riscaldare e scongelare il latte materno. La modalità lenta e delicata garantisce l’integrità del latte, preservandone i nutrienti essenziali e le vitamine importanti per la crescita e lo sviluppo del neonato.

Diossina nel latte materno a Ravenna

A Ravenna sono state riscontrate tracce di diossina nel latte materno. I valori superano anche di 4 volte il limite imposto dalla legge. A finire sotto accusa sono gli inceneritori di rifiuti della Hera. Ad alzare il sipario su questa realtà è stato il Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo, che già un 1 anno fa, aveva chiesto al consorzio Inca di Marghera di analizzare due campioni di latte materno provenienti da due donne di Savarna e di Porto Corsini (RA) non fumatrici e residenti nelle località da più di 5 anni.

Latte materno umano da mucca clonata: lo dareste a vostro figlio?

Una vitella geneticamente modificata per produrre da adulta un latte simile a quello materno umano. L’annuncio arriva dall’Argentina, ed in particolare dal National Institute of Agrobusiness Technology d’Argentina e della locale Università Nazionale di San Martin. Nel comunicato diramato dalle istituzioni si legge:

“E’ il primo esemplare al mondo di mucca dal latte materno: Rosita Isa è il nome della vitella, nata il 6 Aprile scorso con un taglio cesareo, resosi necessario a causa delle dimensioni della vitellina: 45 chili, il doppio del normale”.

Latte materno da mucca geneticamente modificata arriva dalla Cina

La ricerca sulle mutazioni genetiche e la clonazione ha fatto un passo in avanti e pare sia arrivata a produrre latte materno, uguale a quello umano, dalle mucche. E’ quanto oggi alcuni scienziati affermano dopo aver analizzato un nuovo investimento nel settore in Cina.

La China Agricultural University è riuscita a creare delle mucche al 99% identiche alle mucche normali, soltanto che una variazione genetica gli permette di produrre latte umano. La ricerca è stata finanziata con fondi pubblici in quanto pare ci sia un allarme secondo cui molte neo-mamme cinesi non producono più latte, o non hanno il tempo per allattare i propri figli. E così ecco la soluzione: vendere latte materno al supermercato.

Allattamento al seno, figli più forti durante l’adolescenza

Ancora sui benefici dell’allattamento al seno. Secondo un recente studio, il latte materno migliorerebbe infatti la struttura fisica degli adolescenti.
Le ragazze e i ragazzi che sono stati allattati al seno da neonati hanno i muscoli delle gambe più forti di quelli che hanno ricevuto il latte artificiale.

Enrique García Artero, il principale autore dello studio, ricercatore presso l’Università di Granada, ha sottolineato come l’obiettivo della ricerca fosse proprio quello di analizzare il rapporto tra l’allattamento al seno e le condizioni fisiche durante l’adolescenza.
I risultati suggeriscono ulteriori effetti benefici a lungo termine rispetto a quelli già noti e forniscono un’ulteriore dimostrazione scientifica che l’allattamento al seno è superiore a qualsiasi altro tipo di alimentazione.