Legionella, come si contrae

La legionella è una malattia infettiva che colpisce l’apparato respiratorio, causata principalmente dal batterio Legionella pneumophila. Ma come si contrae la legionella? Non da persona a persona, ma da flussi di aerosol e di acqua contaminata, come nel caso di ambienti condizionati, come spiegato dall’Istituto Superiore di Sanità in una scheda del Centro nazionale di epidemiologia.

Legionella, sintomi, terapia, incubazione

La legionella continua a seminare preoccupazione e paura e i casi registrati nell’ultima settimana nel milanese (sei persone finite in ospedale e tra queste una è deceduta) rappresentano un campanellino d’allarme importante. Si tratta di una infezione respiratoria causata dai batteri della Legionella, da non prendere sottogamba perché gli epiloghi, nei suoi casi più acuti, possono essere davvero molto gravi e vanno a compromettere il corretto funzionamento dei polmoni. Si stima che ogni anno, in Italia, mille persone ne vengano colpite.

Legionella, un caso in Emilia Romagna

Un caso di polmonite da Legionella stato diagnosticato a Rubiera in provincia di Reggio Emilia. Non bisogna partire con inutili allarmismi, questo va sottolineato, ma il caso sicuramente attirerà l’attenzione delle autorità sanitarie. Per motivazioni che vi spiegheremo immediatamente.

Legionella: il contagio anche dal dentista

La legionella? Si può prendere anche dal dentista. Il rischio è ben noto da tempo, ma per la prima volta nella letteratura scientifica internazionale è stato documentato un caso di legionellosi contratto in uno studio odontoiatrico, o meglio attraverso l’acqua del circuito della poltrona, quella che viene spruzzata ad esempio durante l’utilizzo del temuto trapano. Il tutto è stato pubblicato oggi sulla rivista The Lancet ad opera di un gruppo di studiosi italiani, guidati dalla dottoressa Maria Luisa Ricci del dipartimento per le malattie infettive, parassitarie ed immunomediate dell’Istituto Superiore di Sanità (ISS).

Legionellosi

Legionellosi

La legionellosi è un’infezione respiratoria acuta causata dai batteri della Legionella.

CAUSE: I batteri che causano la legionellosi sono stati trovati nei sistemi di distribuzione dell’acqua. Essi possono sopravvivere nei posti caldi e umidi come gli impianti di condizionamento di grandi edifici, compresi gli ospedali. La maggior parte dei casi sono causati dalla Legionella pneumophila. La diffusione dei batteri da persona a persona non è stata provata. La maggior parte delle infezioni si verificano in persone di mezza età o più anziani, anche se sono stati segnalati casi nei bambini. Tipicamente, la malattia è meno grave nei bambini.

Vacanze 2011: in spiaggia e piscina, come salvarsi da micosi e dintorni

Correre a piedi nudi sulla spiaggia o passeggiare sul bordo piscina: gesti che hanno il sapore delle vacanze che stanno per cominciare per la maggior parte di noi. Attenzione però alle insidie. Tra la sabbia o sul verde prato che circonda lo specchio d’acqua artificiale del vostro albergo si nascondono virus, funghi e batteri microscopici….raramente pericolosi, ma molto fastidiosi. Pensiamo ad esempio alle verruche o alle micosi che in questa stagione sono particolarmente frequenti perché le alte temperature ne favoriscono la proliferazione.

Batteri e funghi: attenzione ai condizionatori d’aria

Sia nelle abitazioni che negli edifici pubblici è sem­pre più diffusa la presenza di impianti per il condi­zionamento dell’aria. Forse non tutti sanno però che questo tipo di impianti, benché estremamente utili per rinfrescare gli ambien­ti durante la stagione estiva, possono rappresentare un pericolo per la salute dell’uomo. Non è raro infatti che alcune patologie respiratorie, più o meno gravi, che possono colpire gli uomini siano do­vute, proprio all’inalazione di minuscole goccioline d’ac­qua contaminate presenti nell’aria diffusa proprio da­gli impianti di condizionamento. Questo accade perché sia nei filtri che in altri compo­nenti di tali impianti si possono verificare accumuli di polvere e altro, che soprattutto in presenza di umidi­tà e caldo, favoriscono il ristagno e la proliferazione di batteri e funghi.

Tra questi particolarmente pericoloso è la Legionella Pneumophila, batterio Gram negativo aerobo, che può provocare sindromi respiratorie complicate da polmo­niti e che nei casi più gravi può portare addirittura la morte. Il fenomeno è piuttosto diffuso e lo dimostra il fatto che le organizzazioni di Sanità Pubblica sia a livello inter­nazionale (OMS) e Nazionale (Istituto Superiore Sanità) hanno istituito dei sistemi di segnalazione e sorveglian­za da parte dei sistemi Sanitari Locali per tenere sotto controllo il verificarsi di casi di infezione da Legionella (Registro Nazionale della Legionellosi); gli attuali dati disponibili dimostrano essere in continua crescita.