Proteggere la vista, 5 cose da non fare

Se si desidera proteggere la vista vi sono almeno 5 cose da non fare. Abitudini che sul lungo termine possono causare veri e propri danni agli occhi ed irritarli senza motivazione. Scopriamo insieme quali sono.

7 cose da sapere sull’uso delle lenti a contatto (FOTO)

L’ intuizione da cui sononate le lenti a contatto odierne viene fatta risalire a Leonardo da Vinci nel lontano 1508: oggi sono dispositivi medici molto diffusi, utili per correggere difetti della vista ed in particolare della rifrazione come la miopia, l’astigmatismo o l’ipermetropia. Scopriamo insieme alcune importanti cose da sapere circa il loro utilizzo pratico.

 

Cambiare il colore degli occhi? Si fa con un intervento

Cambiare il colore degli occhi è un pensiero che molte persone hanno avuto nella propria vita. Ora è possibile farlo, dicendo addio alle lenti a contatto colorate e non sempre sicure affrontando un intervento chiamato “Brightocular Iris Implant”.

Verme nell’occhio per lenti a contatto sporche: video

Ha un verme nell’occhio, letteralmente, a causa di lenti a contatto sporche indossate. Un caso estremo di parassitismo causato dalla scarsa igiene. Protagonista una ragazza di Singapore che, come potrete vedere con i vostri occhi presenta il parassita nella pupilla.

Halloween, è allarme per lenti a contatto decorative

Halloween non è una festa italiana, ma sempre più persone ogni anno tendono a partecipare a feste e a mascherarsi per l’occasione. Per tale motivo le indicazioni circa un Halloween in sicurezza e salute sono necessarie anche nel nostro paese. Un allarme importante arriva in questi giorni dagli oftalmologi americani circa l’uso delle lenti a contatto decorative che non andrebbero acquistate (e dunque indossate) senza una preventiva visita oculistica e la successiva prescrizione. In America sarebbe addirittura illegale vendere anche queste lenti a contatto senza la prescrizione medica che forse in tal caso possiamo chiamare “liberatoria”. Perché?

Halloween, consigli per un make-up bello e a prova di rush cutaneo

Halloween: se anche non ci si vuole mascherare, un trucco colorato e divertente non può mancare. Se per farlo si usano i quotidiani prodotti per il make-up non ci sono particolari problemi, altrimenti bisogna prestare attenzione onde evitare rischi di effetti collaterali, ovvero un imprevisto rash cutaneo o occhi gonfi, immediati o del giorno successivo. Ecco allora qualche consiglio.

Lampade abbronzanti, le regole da seguire

Quando si fa uso di lampade abbronzanti, recentemente abolite dal Ministero della Salute al di sotto dei 18 anni, in stato interessanti e se si ha la tendenza a scottarsi, è importante seguire alcune regole per non incorrere in problemi anche seri.

Cheratocono

Cheratocono

Il cheratocono è un deterioramento della struttura della cornea con graduali sporgenze dalla forma normale rotonda ad una forma di cono.

CAUSE: La causa è sconosciuta. Il cheratocono è più comune nei portatori di lenti a contatto e nelle persone miopi. Alcuni ricercatori ritengono che possa essere una reazione allergica.

Lenti colorate, ulteriore studio ne conferma pericolosità

Attenzione alle lenti colorate: possono apportare seri problemi alla vista.  L’allarme è stato lanciato in questi giorni, anche oltreoceano, da un gruppo di ricercatori della University of Southern California.

Si parte da semplici irritazioni e ferite fino ad arrivare alla cecità. Gli occhi sono un bene prezioso e non possono essere cambiati a piacimento come si fa tingendosi i capelli. Soprattutto, è deleterio utilizzare delle lenti a contatto, di qualsiasi tipologia essa siano, senza avere effettuato un controllo medico.

Lenti a contatto capaci di correggere l’ipermetropia senza intervento chirurgico

Lenti a contatto capaci di correggere l’ipermetropia senza chirurgia. Questa rivoluzionaria invenzione si deve a Jaume Pauné, un laureato del Master in Optometria e Scienze della Visione all’UPC-Barcelona Tech’s College of Optics and Optometry, che ha in mente con questo prodotto di migliorare la qualità della vista di migliaia di persone senza necessità di ricorrere ad un intervento chirurgico.

L’Associazione spagnola di Ottici e Optometristi ha concesso il premio nazionale a Pauné per il suo lavoro innovativo in questo campo.
Quella progettata da Pauné è infatti la prima lente a contatto (nella foto a destra) in grado di correggere l’ipermetropia senza chirurgia refrattiva corneale, nota anche come ortocheratologia.

Lenti oculari: vademecum per un buon utilizzo

Pratiche e confortevoli, oltre che di ottima qualità, le lenti a contatto sono sicure e possono essere utilizzate quotidianamente. Naturalmente dopo un’accurata vi­sita oculistica. Infatti, nonostante la loro innocuità, il fai da te ha sempre in agguato qualche complicazione o qualche feno­meno di intolleranza. Il Ministero della Salute, a questo propo­sito, dà alcune informazioni di carattere generali sul loro utilizzo, come quello di verificare le perfette condizioni anatomo­funzionati dell’occhio, prima della loro ap­plicazione, di consultare il medico in caso di arrossamenti, bruciori, sensazione di corpo estraneo, eccessiva lacrimazione o disturbi della vista oppure, ancora, di met­tere sempre a conoscenza l’oculista dei farmaci che si assumono abitualmente, perché potrebbero dare qualche problema come, ad esempio, la secchezza.

Vediamo ora i vari tipi disponibili. Per la miopia, difetto tra i più frequenti, le lenti a contatto più adatte sono quelle sferiche morbide, sia di tipo convenzionale, sia di quello usa e getta. Per l’ipermetropia, in­vece, il disturbo caratterizzato da una vi­sione sfiatata soprattutto da vicino, oltre a quelle indicate anche per la miopia, pos­sono anche essere del tipo rigido e ga­spermeabile. Per l’astigmatismo, la scelta può variare da quelle sferiche a quelle ri­gide gaspermeabili, con una vasta scelta in termini di periodicità.

Lenti a contatto che cambiano colore per tenere sotto controllo il diabete

Il diabete è una delle malattie a più ampia diffusione tra la popolazione mondiale e le stime parlano di un aumento ulteriore di casi per il futuro, dovuto alle diete ipercaloriche e allo scarso consumo di frutta e verdura che caratterizza l’alimentazione della vita moderna. Ecco perché é importante scovare una soluzione che migliori la qualità della vita delle persone colpite che devono convivere, a volte fin da giovani, con il disagio di questa malattia.

La tecnologia viene in aiuto dei malati con dispositivi sempre meno invasivi per tenere sotto controllo il livello del glucosio nel sangue. L’ultima creazione consiste in lenti a contatto che cambiano colore per avvisare che si sta superando la soglia di rischio.

Lenti a contatto, per uso scorretto si rischiano gravi infezioni e la perdita della vista

Che esistesse la cattiva abitudine o moda per così dire dello scambiarsi le lenti a contatto tra i giovanissimi, soprattutto quelle colorate e fashion, non era un fatto risaputo, ma pare che sia proprio così e che questi scambi favoriscano l’insorgenza di infezioni, anche gravi che compromettono la vista e possono tramutarsi in malattie infettive più gravi, anche fatali, e anche a distanza di anni.

Ma non è solo l’usare lenti usa e getta altrui a provocare danni all’occhio. E’ in generale il cattivo uso che si fa delle lenti morbide a provocare disturbi visivi. A lanciare l’allarme è la Società Italiana Trapianto di Cornea (Sitrac), riunitasi ieri a Roma per discutere riguardo all’aumento di infezioni e lacerazioni della cornea che portano alla cecità. I dati sono più che preoccupanti, sconcertanti: ogni giorno un italiano perde la vista a causa delle lenti a contatto, soprattutto tra gli adolescenti.