Bronchite e inquinamento, l’importanza della prevenzione

Per sensibilizzare l’opinione pubblica e la comunità medico-scientifica sull’importanza di una corretta prevenzione delle malattie respiratorie croniche come la BPCO (Broncopneumopatia Cronica Ostruttiva) è partito a Milano il progetto “Breathing Himalaya: Impariamo a Respirare”. L’iniziativa, che prevede una serie di eventi su tutto il territorio nazionale, è nata dalla collaborazione tra l’Associazione “Comitato Ev-K2-CNR” ed Interactivecom.

Terme: un aiuto per le malattie polmonari croniche

Le terme possono essere d’aiuto nella prevenzione e nella cura di molte patologie, specie quelle dell’apparato respiratorio. In particolare occorre ricordare le malattie polmonari croniche: sono sempre più diffuse. L’inquinamento ed il fumo di sigaretta peggiorano la situazione per questi disturbi fin troppo trascurati. Secondo i dati della prima conferenza italiana sull’accesso alle cure delle malattie croniche, queste problematiche non sono più neppure relegate alla terza età. Qualche cifra? Il 60% dei malati ha più di 60 anni, ma 7,6 milioni di italiani tra i 6 ed i 44 anni ne sono egualmente colpiti.

Ossigenazione extracorporea: la nuova tecnica per curare le complicazioni dell’influenza suina

Nonostante la gravità della malattia e l’intensità del trattamento, alcuni pazienti in Australia e Nuova Zelanda affetti da insufficienza respiratoria che avevano contratto l’influenza A H1N1, e sono stati trattati con un sistema che aggiunge ossigeno al sangue del paziente, sono sopravvissuti alla malattia. L’influenza suina si sa che per le persone sane non è molto pericolosa, ma può diventare mortale in pazienti che hanno sviluppato sindrome acuta da distress respiratorio (ARDS), o altre malattie respiratorie croniche. Secondo un nuovo metodo di terapia sperimentale, curando il malato con l’ossigenazione extracorporea (ECMO), questo ha maggiori possibilità di guarigione.

ARDS è una malattia polmonare che porta ad insufficienza respiratoria dovuta al rapido accumulo di liquido nei polmoni. ECMO è un tipo di supporto vitale che circola nel sangue attraverso un sistema che aggiunge ossigeno. Tale terapia è stata utilizzata nei pazienti di questo studio, perché hanno sviluppato livelli molto bassi di ossigeno nel sangue rapidamente, nonostante i respiratori standard che gli erano stati applicati. La tecnica dell’ECMO viene generalmente utilizzata per un tempo limitato a causa dei rischi di sanguinamento, coagulazione, infezione, e insufficienza dell’organo.

Il fumo spegne le papille gustative e annienta i sapori

Le sigarette sembrano ormai consolidarsi come le nemiche numero uno della salute umana. Ci sarà qualcosa cui non nuocciono? Prime indiziate per cancro ai polmoni, malattie respiratorie croniche, morte precoce, senza dimenticare gli effetti cosiddetti minori, ingiallimento di unghie e denti, alitosi, bocca posacenere, per citarne solo alcuni.

Stavolta sul banco degli imputati le bionde ci salgono per aver messo al tappeto nientepocodimenoche le papille gustative. Proprio così. Se siete dei fumatori incalliti, i piacere della buona tavola non avranno più il sapore di una tempo a causa dei danni provocati dal fumo alla bocca. A dirlo è un recente studio pubblicato sulla rivista BioMed Central da Pavlidis Pavlos dell’Università Aristotele di Thessaloniki in Grecia.