Malattie cardiache? Si prevengono con le noci

Le noci fanno bene al nostro apparato cardiocircolatorio: sono infatti capaci di ridurre i livelli di colesterolo cattivo nel nostro sangue. Diversi studi ci hanno mostrato che questo frutto ha tale capacità. Ma non sapevamo quali fossero i componenti in grado di combattere le malattie cardiache: ce lo spiega ora uno studio.

Dalle noci un aiuto contro il tumore al seno

Contro il tumore al seno, basterebbero pochi grammi di noci al giorno. La speranza, arriva da un nuovo studio condotto dai ricercatori della Marshall University di Huntington, nel West Virginia, pubblicato sulla rivista “Nutrition and Cancer”. Il merito, sarebbe delle sostanze contenute nella frutta secca, come la vitamina E e i sali minerali.

Noci contro il colesterolo

Frutta secca: da sempre sotto accusa per le sue proprietà non proprio dimagranti, oggi riabilitata per le sue virtù anticolesterolo. Parliamo nello specifico delle noci, che una recente ricerca ha elevato a potente rimedio per abbassare i livelli di colesterolo e di lipidi nel sangue.
Lo studio, condotto dal dottor Joan Sabaté della Loma Linda University in California e da un team di suoi colleghi, è stato pubblicato sul numero del dieci maggio degli Archives of Internal Medicine.

I ricercatori hanno analizzato 25 studi correlati svolti in precedenza, scoprendo che 67 grammi di noci al giorno abbasserebbero il colesterolo totale del 5,9% ed il colesterolo LDL, quello cattivo per intenderci, del 7,4%.

Le noci possono combattere il tumore alla prostata

Il consumo di noci rallenta la crescita del tumore alla prostata nei topi e ha effetti benefici su più geni relativi al controllo della crescita tumorale e al metabolismo, hanno scoperto i ricercatori della UC Davis e del Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti occidentali del Regional Research Center di Albany, in California.

Lo studio, effettuato da Paul Davis, nutrizionista del Dipartimento di Nutrizione e ricercatore all’UC Davis Cancer Center, ha annunciato i risultati il 22 marzo scorso in occasione della riunione nazionale annuale dell’American Chemical Society a San Francisco. Davis ha spiegato che i risultati della ricerca forniscono ulteriori prove che le noci, anche se ricche di grassi, sono salutari.

I cibi salutari che fanno male

Le vacanze possono devastare una dieta. Se non è la tentazione, i dolci e cibi grassi, allora può riuscirci la vicinanza dei parenti che non condividono esattamente il vostro punto di vista sulla salute. Se vi ritrovate di fronte ad una tavola imbandita durante le vostre feste, e non sapete da dove cominciare, o soprattutto cosa evitare, eccovi qualche consiglio su dei cibi che si dicono “salutari“, ma che in realtà potrebbero non farvi poi così bene.

Frutta secca: è sbagliato pensare che frutta e frutta secca siano la stessa cosa. Le calorie di un chilo di fichi secchi e quelle di un chilo di mele non sono uguali. Ogni pugno, e ad ogni pasto se ne prendono almeno una dozzina, contiene 50-100 calorie, e così si finisce a mangiare tante calorie quanto un Big Mac. Attenzione specialmente alle noci e ai semi di zucca, tra gli alimenti più calorici in assoluto, anche se, viste le dimensioni e l’apparenza innocua, potrebbe non sembrarvi così.

La degenerazione maculare correlata all’età si combatte a tavola con frutta e verdura

La degenerazione maculare correlata all’età si combatte a tavola con frutta e verdura. Questa la recente scoperta effettuata recentemente da un’équipe di ricercatori dell’Università di Liverpool, coordinata da Ian Grierson, direttore del Dipartimento di oftalmologia dell’università britannica.
A quanto pare il consumo abituale di frutta, verdura e noci può prevenire l’insorgenza della malattia, incidendo fino al 20% in meno sulle probabilità di esserne colpiti.

La degenerazione maculare correlata all’età è una malattia della retina che colpisce prevalentemente i soggetti al di sopra dei cinquant’anni, causando disturbi della vista e cecità. Nel mondo ad essere affette da questa patologia sono oltre 25 milioni di persone.