Bugiardino: nuovo simbolo per gli effetti collaterali

Un nuovo simbolo sul “bugiardino” di alcuni medicinali: è questa la novità che coinvolgerà dal prossimo 1 settembre alcuni farmaci. Un triangolo rovesciato nero, corredato dall’invito a segnalare effetti collaterali eventualmente occorsi durante l’assunzione.

Ricette farmaci: obbligatorio indicare principio attivo

E’ entrata in vigore ieri, 15 agosto, con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, una delle norme che più ha fatto gridare allo scandalo le case farmaceutiche italiane: quella che prevede sulla nuova ricetta del Servizio Sanitario Nazionale l’indicazione del principio attivo al posto del nome commerciale del farmaco. La “sostanza” prende letteralmente il posto della forma con la quale viene espressa.

Stop ai ticket in sanità, si paga secondo il reddito

Ancora cambiamenti in vista per la sanità italiana. Da ciò che si apprende infatti, dal 2014, il ticket sparirà definitivamente per fare spazio ad un sistema di “compartecipazione”, così l’ha definita il ministro della Salute Renato Balduzzi, basata su delle franchigie stabilite in base al reddito. Oltre un certo limite scatterà la gratuità della prestazione per tutti.

Contro il parkinson un antiossidante alla sansa?

Il morbo di Parkinson è una malattia neurodegenerativa caratterizzata da un’evoluzione lenta ma inarrestabile. Il suo progredire coinvolge in maniera sempre più marcata il controllo dei movimenti e dell’equilibrio. La ricerca è da sempre attiva nel trovare le cause di questa malattia ed un modo definitivo per sconfiggerla. Al momento è in sperimentazione in tal senso, un antiossidante a base di sansa.

Farmaci generici: da oggi più economici

Farmaci generici: l’AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco) ha deciso di abbattere i prezzi di questi medicinali: si arriverà anche a riduzioni del 40%. In tutto a partire da oggi 15 Aprile in ottemperanza al Decreto legislativo (78/2010) che prevede l’adeguamento dei prezzi agli altri paesi europei come la Francia, la Gran Bretagna, la Germania e la Spagna. In tutto si parla di 4.189 farmaci, la cui lista completa, è presente sul sito internet dell’Agenzia (si può anche scaricare tramite applicazioni per iPhon) e viene definita “di trasparenza” perché dovrebbe aiutare il cittadino/paziente ad avere la consapevolezza del giusto prezzo del farmaco. Potrebbe essere l’occasione buona per diffondere su tutto il territorio questi medicinali che a parità di effetti hanno un costo minore degli “originali” o meglio di quelli di marca, consentendo così un grande risparmio di denaro pubblico e personale.

Allarme farmaci contraffatti on-line: a rischio pillole blu e salvavita

Ben quattro miliardi di confezioni di medicinali falsi sono state sequestrate nel solo 2007.
Le conseguenze di ingenti quantità di farmaci tarocchi in circolo sul mercato non sono certo trascurabili.
I rischi per la salute di sostanze medicinali contraffatte possono essere, infatti, molto gravi.

Gli pseudofarmaci finiscono nelle case degli italiani a causa soprattutto delle vendite on-line.
A essere maggiormente acquistati in rete sono medicinali contro la disfunzione erettile, forse per un imbarazzo degli ammalati a rivolgersi ad un andrologo, prima di assumere le pillole dell’amore.