Tumore al fegato, efficace radiologia interventistica

Approcciare il tumore al fegato con la radiologia interventistica dà buoni risultati. Lo confermano due studi su questa metodologia già usata di prassi ma poco pubblicizzata perchè non praticata sull’intero territorio italiano.

Radiografie: i raggi X compiono 115 anni salvando la vita ai bambini

Una curiosa radiografia: non un fotomontaggio, ma l’esempio del successo dei raggi X che oggi hanno festeggiato il 115° compleanno. In oltre un secolo di storia della medicina le radiazioni scoperte da Conrad Rontgen nel 1895 hanno trovato innumerevoli applicazioni. Specie in campo pediatrico, viene da dire osservando questa radiografia che ci ha fornito l’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma: un bimbo piuttosto vivace e curioso è riuscito ad ingoiare addirittura una lampadina!

Ma questo è solo un esempio di ciò che i medici di un qualunque pronto soccorso pediatrico si possono trovare di fronte effettuando una radiografia! Nel nosocomio romano tornato alle normali attività dopo l’incendio dei giorni scorsi, c’è una bacheca con tutti questi preziosi e pericolosi cimeli.

Radiologia interventistica, la nuova frontiera

Radiologia interventistica, ovvero: la tecnologia al servizio della ricerca. Si è tenuto in questi giorni (16 e 17 gennaio) a Genova il primo Convegno Internazionale sulla radiologia interventistica Endoprotesi toraciche: esperienze acquisite e prospettive future. L’appuntamento è stato presieduto dal Professor Carlo Ferro, primario della U.O.C. Radiodiagnostica Interventistica, Azienda Ospedaliera Universitaria San Martino.

Le sue parole sono indicative:

La gente immagina i chirurghi delle serie televisive: camice verde, mascherina verde, sala operatoria, luci e bisturi.. e non sa, che non è più solo così. Da quasi dieci anni infatti a San Martino, la nostra unità di radiologia interventistica è in grado di curare o risolvere problemi gravi e gravissimi quali ad esempio aneurismi dell’aorta o fratture della colonna vertebrale con l’inserimento nel corpo di minuscoli sondini, guidati attraverso le tecniche di “Imaging digitale”: TAC (Tomografia Assiale Computerizzata), RMN (Risonanza Magnetica Nucleare), Fluoroscopia. Questi interventi riescono a ridurre al minimo l’impatto sul paziente e permettono spesso di salvargli davvero la vita

Ma che cos’è la Radiologia Interventistica (RI)? Gli esperti dicono che è la medicina del ventunesimo secolo, ed è la branca della scienza medica che si evolve più velocemente.