Tosse e raffreddore, la cura con l’oligoterapia

L’oligoterapia può essere una strada utile da percorrere per mantenere il corpo in salute e aiutarlo ad affrontare nel migliore dei modi l’arrivo dell’inverno che, inevitabilmente, porterà con sé tutte quei disturbi da raffreddamento che si concretizzano in tosse, mal di gola e raffreddore.

8 consigli pratici per calmare la tosse (foto)

Freddo e gelo, batteri, virus o quant’altro, la tosse è un problema veramente fastidioso. I modi per risolvere o alleviare il disturbo sono molti ma di certo non tutti applicabili. Come sempre la cosa essenziale da fare è la diagnosi, ovvero individuare la causa scatenante. Cerchiamo insieme di capire come comportarsi anche in base al tipo di tosse che si ha. Secca o grassa che sia.

Tosse secca, stizzosa e persistente: farmaci o rimedi naturali?

E’ almeno un mese che mi trascino con alti e bassi una fastidiosa tosse secca, stizzosa, ed è per questo che ho deciso di approfondire il tema e condividerlo con voi. La tosse è un sintomo che riguarda un’affezione delle vie respiratorie e che assume caratteristiche diverse a seconda dei casi. Può essere accompagnata da catarro ( ed in questi casi si parla di tosse grassa) o essere asciutta, secca: è comunque e sempre una risposta naturale e fisiologica alla sollecitazione di un agente esterno che l’organismo percepisce come fastidio, come nemico e cerca di espellere. Si può trattare di un virus, batteri, un allergene, una sostanza tossica, asma, o addirittura alcuni farmaci (tra quelli per combattere l’ipertensione) o reflusso gastroesofageo.

Consigli utili per l’aerosol terapia

Tosse, catarro, raffreddore, sinusite, bronchiti: quando l’inverno si avvi­cina l’apparato respiratorio viene messo sotto duro attacco. Evitare i malanni tipici di questa stagione può essere davvero arduo, soprattutto per quelle persone che, magari per motivi di lavoro, passano poco tempo all’aria aperta e non appena mettono il naso fuori si beccano qualcosa. Fin qui niente di strano, visto che il nostro apparato respirato­rio è quello più esposto agli sbalzi di temperatura, ai micror­ganismi, all’inquinamento at­mosferico.

Ma come fare per ri­solvere questi disturbi? Una chance in più è offerta dalla possibilità di cercare sollie­vo nelle microscopiche goccioline di acqua generate dagli ap­parecchi aerosol. L‘aerosol non è altro che una sospensione aerea di particelle liquide con un diametro picco­lissimo, fino a meno di un mi­cron (un milionesimo di metro). Veicolate dall’aria, le microscopiche goccioline, possono rag­giungere le parti più profonde dell’albero respiratorio. E’ pro­prio la dimensione di queste particelle il punto di forza degli aerosol: se infatti quelle più grandi si fermano nelle vie aeree superiori, gola laringe, faringe , mano a mano che il loro diametro si riduce, di solito in funzione dell’appa­recchio che le genera, riescono a raggiungere le vie aeree inferiori, vale a dire bronchi e bronchioli.