Sla, non solo colpa dei neuroni

Un nuovo approccio alla SLA che coinvolga anche i muscoli e non solo i neuroni: è su questo che hanno lavorato  gli scienziati dell’Università Sapienza con la collaborazione della Fondazione Ri.MED, dell’IRCCS San Raffaele Pisana e dell’Università della California.

Sla, Ezio Bosso a Sanremo emoziona tutti (VIDEO)

Ezio Bosso è stato il vero protagonista della seconda serata di Sanremo 2016: malato da qualche anno di Sla, patologia neurodegenerativa per la quale purtroppo non esiste ancora cura, il pianista italiano famoso in tutto il mondo ha dato dimostrazione di quanto anche una malattia seria come quella di cui soffre non sia stata in grado di fermare la sua passione sfrenata per la musica. E il video della performance di Ezio Bosso al Festival sta facendo il giro del web, a dimostrazione che la musica va oltre ogni cosa e arriva laddove sembrerebbe non poter arrivare.

SLA, speranza reale di cura dalle staminali

Non si può parlare ancora di cura definitiva per la SLA, la sclerosi laterale amiotrofica, ma è di certo un punto a favore della ricerca e della lotta contro questa malattia neurodegenerativa quello segnato dai primi 18 trapianti di cellule staminali celebrali eseguiti dal prof. Angelo Vescovi.

Accanimento terapeutico, libertà di scelta al Gemelli di Roma (VIDEO)

Il diritto di decidere. Un neurologo del Policlinico Gemelli di Roma, ospedale cattolico, dà ai suoi pazienti la possibilità di scegliere, in determinate condizioni, se sottoporsi o meno ad un accanimento terapeutico. In un paese dove non vi è una legislazione seria a riguardo, ciò che fa il dott. Mario Sabatelli è qualcosa di unico.

Sla, individuato il gene che la causa?

Nuovi passi in avanti della ricerca in merito alla Sla, la sclerosi laterale amiotrofica. Un gene “basilare” nella sua insorgenza è stato scoperto da un gruppo di ricercatori internazionali tra i quali spiccano diversi team italiani.

Malato di SLA, patecipa alla Maratona di Roma

Una maratona per la ricerca, per la speranza. Centinaia di persone ed un corridore speciale, un malato di Sla, si riuniranno nella Stracittadina della Capitale per accendere i riflettori sulla patologia ancora una volta. Una malattia che non lascia scampo e che necessità di sostegno per poter procedere con studi dedicati per trovare una cura che ancora non esiste.

Malati di Sla pronti allo sciopero della fame e della sete

Salvatore Usala, segretario del Comitato 16 novembre Onlus, ha annunciato una nuova protesta per chiedere più fondi da destinare all’assistenza domiciliare. L’Associazione, che dal 2012 porta avanti le battaglie di tutti i disabili gravi e gravissimi, inizierà lo sciopero della fame e della sete dal prossimo 11 febbraio e un presidio davanti all’Assessorato regionale della Sanità a Cagliari.

Giornata Nazionale della Sclerosi laterale Amiotrofica il 29 settembre

Il prossimo 29 settembre si celebrerà la Giornata nazionale della Sclerosi Laterale Amiotrofica. Conosciuta anche sotto il nome di Morbo di Lou Gehrig, questa malattia neuro-degenerativa è ancora lontana dal poter contare su una cura efficace: focalizzare l’attenzione su di lei e sulla ricerca è basilare per trovare una soluzione.

SLA, cura attraverso le cellule staminali neurali?

Curare la sclerosi laterale amiotrofica (SLA) attraverso il trapianto di cellule staminali? Potrebbe essere possibile. Almeno lo è stato in un modello animale della malattia, in una sperimentazione condotta dagli scienziati del gruppo di ricerca del Centro Dino Ferrari, dell’Università degli Studi di Milano, dell’IRCCS Fondazione Ca’ Granda e dell’Ospedale Maggiore Policlinico.

Sla, è morto Stefano Borgonovo

Stefano Borgonovo ci ha lasciati. L’uomo, simbolo della lotta italiana alla SLA, la sclerosi laterale amiotrofica, si è spento a 49 anni, tra l’affetto dei suoi cari e di tutti coloro che in lui hanno visto negli anni un esempio da seguire.

Giornata Mondiale sulla Sla 21 giugno 2013

Oggi 21 giugno ricorre la Giornata Mondiale sulla Sla, abbreviazione oramai nota per indicare la sclerosi laterale amiotrofica. Si tratta di una patologia rara, solo in casi sporadici ereditaria e più verosimilmente di origine multifattoriale. In occasione della giornata AISLA (Associaizione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica) promuove in tutta Italia i Family Day, momenti di condivisione dedicati ai malati, ai familiari, ai cosiddetti caregiver e ai medici che ogni giorno affrontano la malattia.