Sclerosi multipla cure, sintomi, diagnosi, cause

La sclerosi multipla è una malattia che colpisce il sistema nervoso centrale (cervello e midollo spinale) rendendo oltremodo difficile la comunicazione tra le due parti. Quali sono i sintomi iniziali? Quali le cause che comportano questo disturbo? E ancora esistono cure per la sclerosi multipla?

Sclerosi Multipla e terapia con la Wii

La Nintendo Wii agirebbe efficamente sui malati di sclerosi multipla che trarrebbero notevoli benefici giocando con la nota piattaforma ludica che in generale è particolarmente gettonata tra i più piccoli e che invece sarebbe molto importante da fare usare anche agli adulti che soffrono di questa malattia.

Sclerosi multipla: terapia ormonale utile?

Una terapia ormonale per combattere la sclerosi multipla? E’ quello a cui stanno lavorando i ricercatori del  Medical Center della University of Southern California (USC) a Los Angeles, intenzionati a percorrere una nuova strada di approccio, che si spera risulti valida nei confronti della malattia.

Sclerosi multipla in Italia: il punto della situazione

La sclerosi multipla sta conquistando negli anni un ruolo decisamente negativo, conquistando idealmente il titolo di nuova piaga sociale a livello medico: le statistiche ci indicano infatti come ogni anno, solamente nel nostro paese si ammalino almeno 1800 persone. In questi giorni, a Roma, i maggiori esperti del settore si sono riuniti per fare il punto della situazione. Soprattutto in virtù della ricerca di nuove terapie per combattere la malattia e trovare delle risposte che nell’attesa di una cura risolutiva possano rispondere adeguatamente alle esigenze dei malati.

Sclerosi multipla, individuata cura dal trapianto di midollo

Si accende un barlume di speranza per i migliaia di pazienti affetti da sclerosi multipla. Lo spiraglio di una nuova cura viene dal trapianto di midollo che pare abbia riportato risultati positivi arrestando il decorso della malattia.
A scoprire le implicazioni terapeutiche delle staminali sulla patologia è stato uno studio clinico i cui risultati sono stati divulgati in una nota dalla rivista di divulgazione scientifica britannica Lancet Neurology, che pubblicherà il resoconto completo della sperimentazione on line sul numero di marzo.

Ad essere sottoposti alla rivoluzionaria terapia sono stati ben 21 pazienti affetti da sclerosi. Si tratta di una malattia autoimmune, in cui le cellule del sistema immunitario del paziente impazziscono e attaccano anche le fibre nervose, con conseguenze gravissime. Fino ad ora la sclerosi veniva soltanto rallentata nel suo decorso patologico, ma era impossibile arrestarne l’inevitabile fatale percorso.