Tumore cervello e polmone

Richiesta di Consulto Medico su Tumore cervello e polmone
“Spett. Sig.ri medici, mia madre (età 72 anni) negli ultimi 15gg ha iniziato ad accusare momenti di confusione e di “incapacità a fare le cose”, es. ad usare il computer, e nell’ultimo periodo s’è evidenziata anche una crescente astenia. Trasferitasi a casa mia,alcuni giorni dopo,domenica,dopo cena,s’è coricata per riposare e ha iniziato a parlare in maniera incomprensibile,con sillabe che sembravano messe insieme in maniera casuale. Temendo un ictus,ho chiamato immediatamente il 118. Al PS del locale ospedale,dopo gli esami di routine è stata effettuata TAC all’encefalo,dalla quale sono risultate due masse quasi perfettamente simmetriche per posizione,in sede capsulo-talamica,a sx (circa 23mm) e dx (circa 13mm).

Tumore polmone, terapie

Richiesta di Consulto Medico su terapie tumore al polmone
“Gentile dottore, mia Suocera, 78 anni, fumatrice fino a un mese fa, figura magra da sempre e ulteriolmente accentuata ultimamente sulla base di dolori alla schiena ha fatto una serie di analisi partite da Rx Tac Broncoscopia con biopsie e PET con i seguenti risultati: Processo adenodiscariocinetico polmonarwe sinistro cT4N2M0 stadio IIIB Ectasia aortica sottorenale (25mm) con aortosclerosi e focali ulcerazioni nel medesimo tratto Arteriopatia obliterante degli arti inferiori Ipertensione arteriosa Cisti epatiche multiple e cisti renali corticali bilaterali INDAGINE FISH PER ALK: analisi di riarrangiamento del gene ALK : NEGATIVA INDAGINE IMMUNOISTOCHIMICA per PDL1: risultato di cellule tumorali positive 2% EGFR non ancora acquisita. Sulla base di quanto sopra esposto vorrei conoscere le sue considerazioni generali e in particolare sulle possibili terapie dalla chemio sino agli ultimi ritrovati recenti di cui si decantano le qualità e anche una nota sul trattamento con l’adroterapia di Pavia. La ringrazio.”

Adenocarcinoma polmonare con metastasi ossee ed ipertermia

Richiesta di Consulto Medico su Adenocarcinoma polmonare con metastasi ossee ed ipertermia 
“A mio marito a seguito di una visita oculistica è stata prescritta fra gli altri esami una TAC torace, da lì una serie di esami, broncoscopia, PET, da cui la diagnosi adenocarcinoma polmonare con metastasi ossee allo stadio IV: multipli metameri cervico-dorso-lombari, sacro, bacino, coste, scapole, III distale clavicola dx, femore sx. Ci hanno mandato all’IRST di Meldola che ci vedrà giovedì, ma hanno già detto che si farà chemio. La radio hanno detto che solo un pazzo la farebbe per possibile intossicazione. Premetto che mio marito sta benissimo di salute. Volevo sapere se nel suo caso potreppe servire l’ipertermia. Grazie in anticipo”.

Carcinoma polmonare I stadio ed immunoterapia

Richiesta di Consulto Medico su carcinoma polmonare I stadio ed immunoterapia
Buongiorno dottore, mio padre di 71 anni ha avuto un’ischemia a dicembre 2016 dalla quale si sta riprendendo molto bene. Durante gli esami che gli sono stati fatti hanno scoperto che aveva un carcinoma polmonare al primo stadio. E’ stato operato allo IEO di Milano il 13/06/2017 ed è stata asportata la parte del polmone ove era presente il carcinoma. Non ci sono metastasi da nessun’altra parte del corpo e i linfonodi sono risultati negativi. Non hanno previsto una cura chemioterapica visto anche la recente ischemia ma soltanto controlli frequenti e periodici per controllare eventuali recidive. Secondo lei e la sua esperienza abbiamo definitivamente scongiurato il male e possiamo tirare un sospiro di sollievo (tenendo presente che le recidive più pericolose potrebbero verificarsi nei primi due anni) oppure l’aspettativa di vita, come ho letto da più parti, non si può sperare sopra i 5 anni? Un’ultima cosa:cosa ne pensa dei trattamenti immunoterapici (tipo con Nivolumab)? Possono aiutare nel caso di mio padre o sono inutili? Spero di ricevere sua gentile risposta a breve. Grazie.”

Come si fa la diagnosi precoce del tumore al polmone?

Richiesta di Consulto Medico su diagnosi precoce tumore al polmone
Buongiorno, mia mamma ha 66 anni ed è una forte fumatrice da 50 anni. Pensavo di farle fare un esame preventivo per capire se potesse avere problemi ai polmoni, anche perchè spesso tossisce. Ho visto che gli esami atti allo scopo potrebbero essere la radiografia o la TAC a spirale ai polmoni. Che differenza c’è fra la TAC con contrasto e senza, a livello di capacità diagnostica? Quale mi consigliereste farle fare per primo? Grazie mille Saluti.

RX e sospetto tumore al polmone che fare?

Richiesta di Consulto Medico su RX e sospetto tumore al polmone che fare?
Buongiorno, oggi mio padre ha effettuato un esame toracico a raggi x e nel referto il medico ha scritto quanto segue. “Presenza di addensamento parenchimale xopaco a margini spiculari nel campo polmonare superiore di sn in rapporto a verosimile neoformazione polmonare da verificare ulteriormente con indagine TC e reticolonodulia generalizzata in rapporto a verosimile lesione di tipo ripetitivo (carcinomatosi?). Ombra cardio vasale nei limiti superiori rispetto alla norma in portatore di pacemaker con catetere endocavitario.” Mi saprebbe elencare quali sono i centri ospedalieri migliori che si occupano del tumore al polmone? E inoltre mi sa commentare l’esito del referto? Anticipatamente ringrazio e porgo distinti saluti.

Tumore polmone, tra le cause virus e infezioni?

Virus e infezioni tra le possibili cause del tumore al polmone? Fino ad oggi abbiamo sempre individuato nel fumo il fattore scatenante di questo tipo di cancro e ancora è così. Ma le recenti affermazioni di Harald zur Hausen, Premio Nobel per la Medicina nel 2008, aprono nuovi scenari.

Tumore, ecco le cellule che ci tradiscono

Un gruppo di scienziati italiani è stato in grado di identificare le cellule del sistema immunitario che “ci tradiscono” in caso di tumore spegnendo la risposta antitumorale del nostro organismo invece di lavorare per proteggerci. Questa scoperta rappresenta un passo fondamentale per migliorare l’immunoterapia contro le neoplasie.

Smettere di fumare, nuova campagna per i giovanissimi

E’ necessario convincere i giovanissimi a smettere di fumare:  circa il 50% crede che le unica conseguenze di questo vizio siano la tosse ed il mal di stomaco. E’ per questo che l’Associazione Italiana di Oncologia Medica (Aiom) lancia per il secondo anno di seguito “Con le sigarette è meglio smettere”.

Tumore polmone e immunoterapia con Pembrolizumab

L’immunoterapia con Pembrolizumab riduce il rischio di mortalità del 40% per chi è affetto da tumore al polmone. L’affermazione arriva dallo studio internazionale Keynote-024 presentato al Congresso della Società europea di oncologia medica. La cura è anche in grado di migliorare del 50% la sopravvivenza libera da progressione rispetto alla chemioterapia tradizionale a base di platino.

11 settembre, effetti su fisico e mente

Nel 2016 ricorrono 15 anni dagli attacchi terroristici dell’11 settembre. Un evento che ha causato effetti permanenti sia sul fisico che sulla mente delle persone. Tutt’oggi. Vediamo insieme cosa è cambiato.

Termoablazione tumori cos’è, come funziona, rischi e controindicazioni

La termoablazione per la cura dei tumori è una realtà ancora poco conosciuta e diffusa, nonostante la sua efficacia sia comprovata da anni e si accompagni a pochi e lievi effetti collaterali e controindicazioni. Di certo non è adatta a tutti, ma può sicuramente migliorare la prognosi (allungare o salvare la vita) anche di pazienti giudicati inoperabili. Di cosa si tratta di preciso?

Tumore al polmone, scoperto gene chiave

E’ stato scoperto un gene chiave dello sviluppo del tumore al polmone. Autori dello studio dedicato gli scienziati dell’Harvard Medical School presso il Beth Israel Deaconess Medical Center (Bidmc) di Boston coordinati da Elena Levantini, ricercatrice dell’Istituto di tecnologie biomediche del Consiglio nazionale delle ricerche (Itb-Cnr) di Pisa.