Influenza: non toccate il viso con le mani

Se non volete beccarvi l’influenza fate attenzione a non toccarvi il viso con le mani. Un gesto così semplice come quello di portarsi le mani al volto infatti può rivelarsi deleterio per la salute quando girano nell’ambiente virus come quelli influenzali: le occasioni di contagio salgono infatti esponenzialmente.

Dormire per diventare più belli

Dormire è fondamentale per lo stato di salute generale e per l’equilibrio psicofisico. La letteratura scientifica ne è convinta da tempo, tanto che molti studi insistono sull’importanza di dormire almeno sette/otto ore a notte e di non stravolgere i ritmi del sonno per trarre un’infinità di vantaggi: dal non prendere peso a meno ansia e nervosismo a una migliore vita sociale dettata dal riposare bene ed essere dunque più di buon umore.

Ma addirittura che il sonno rendesse più belli è una novità. Una piacevole novità. E forse non è nemmeno poi così strano perché, a pensarci bene, svegliarsi riposati rasserena non solo la mente, ma anche la pelle del viso che appare più distesa, luminosa e ci fa sembrare più attraenti. Certo, vale anche il contrario e dopo una notte insonne i segni sul volto sono abbastanza impietosi. Ad ogni modo, bando alle ipotesi, affidiamoci e fidiamoci, del parere degli esperti. E’ uno studio svedese, infatti, ad aver toccato con mano i benefici sull’aspetto estetico del sonno, definito una vera e propria cura di bellezza.

Smettere di fumare, vedere gli effetti del fumo sul viso convince le donne

Ne abbiamo già parlato a lungo, del potere delle immagini nelle campagne contro il fumo. E pare che vedere le foto del prima e del dopo anni di sigarette, o diapositive shock degli effetti delle bionde su organi interni, unghie, che si tratti di danni a breve piuttosto che a medio e lungo termine, funzioni alla grande.

E sulle donne, particolarmente sensibili all’aspetto estetico, fa leva in particolare trovarsi faccia a faccia con gli effetti del fumo sulla pelle del viso. Un vis à vis con l’invecchiamento precoce e accelerato della pelle che potrebbe e ha già spinto molte fumatrici a darci un taglio e a smettere di fumare per proteggersi dai danni più immediamente visibili.
A parlare del potenziale deterrente delle proiezioni dei danni sul viso è un recente studio effettuato dai ricercatori della Staffordshire University, pubblicato sulla rivista di divulgazione scientifica British Journal of Health Psychology.