Home » Storie di Medicina » Addio a Franca Rame, paladina contro il femminicidio

Addio a Franca Rame, paladina contro il femminicidio

Franca Rame ci ha lasciato. E’ morta questa mattina intorno alle 8, dopo un tentativo inutile di rianimazione da parte del 118. L’attrice e politica italiana era malata da tempo. La sua vita è scorsa tra campagne a favore delle donne e contro il femminicidio ed una gloriosa carriera artistica.

Ha idealmente fatto appena in tempo a veder firmato il trattato di Istanbul contro il femminicidio. Lei che per molti anni, dopo essere stata rapita e stuprata da estremisti di destra il 9 marzo del 1973 aveva fatto della battaglia verso la violenza contro le donne uno dei punti cardine della sua vita. Franca era malata da tempo. Un anno fa era stata vittima di un ictus nella sua casa di Milano, la stessa che l’ha vista esalare l’ultimo respiro. Un episodio che l’aveva costretta a ritirarsi dalla vita pubblica ed a rimanere in ospedale per diverso tempo.

Una vita caratterizzata da tanti successi professionali e personali, sempre vissuti con il marito e collega Dario Fo. E piena dell’impegno sociale che l’attrice ha sempre profuso per aiutare le donne. Di particolare rilievo in tal senso, il monologo che la donna ha portato in scena fin dagli anni 70, ispirato alla sua esperienza di violenza sessuale subita. Lo raccontava e spiegava che non era mai riuscita a perdonare una tale violazione. Lo stupro è un forte colpo inferto sia al fisico che alla psiche di una donna. Franca Rame quel giorno aveva passato ore a scrivere lettere ai detenuti ed a confezionare pacchi per le iniziative di “Soccorso rosso”. I suoi assalitori l’aspettarono sotto casa a Milano, la costrinsero a salire su un furgoncino e la violentarono a turno, per ore. Riuscire a parlarne attraverso il monologo, con la gente, fu in qualche modo terapeutico per lei, anche se non riuscì mai a superare l’umiliazione, il sentimento di sconforto e paura provato in quella occasione.

Il suo fisico, da sempre attivo in ogni campo della sua esistenza, da quello artistico a quello politico, è arrivato a presentarle il conto il 19 aprile dl 2012,  il giorno nel quale, attraverso l’ictus, il corpo della donna ha iniziato a mostrare i sintomi di una prima debolezza. Una malattia che lascia strascichi, spesso nel corpo e nella mente, ma che non aveva fiaccato lo spirito dell’attrice. Questa volta per Franca Rame però, purtroppo non vi è stato nulla da fare. I medici del 118, una volta giunti a casa della coppia a Porta Romana non hanno potuto fare altro che costatarne il decesso.

Photo Credit | Getty Images

Lascia un commento