Genitori ideali? Le mamme lesbiche

I genitori migliori? Le mamme lesbiche. E’ questo che ci racconta uno studio statunitense riguardante la capacità delle coppie omosessuali di essere dei bravi genitori per i bambini. La realtà dei fatti abbatte i pregiudizi inerenti il tema, spesso spinti da ignoranza e poca empatia: spesso due donne nel crescere una piccola vita raggiungono risultati migliori rispetto alla maggior parte delle coppie eterosessuali.

Litigare fa male alla salute

Litigare fa male alla salute. Lo si è sempre pensato a livello popolare. Ora una ricerca statunitense ci spiega che indugiare in comportamenti di competizione con terze persone, avere con loro liti e diatribe, litigare con il partner e non sostenere dei rapporti interpersonali pacifici e tranquilli mette a rischio la nostra salute molto di più di ciò che avessimo mai pensato.

Prevenire e curare le intossicazioni da monossido di carbonio

Intossicazioni da monossido di carbonio: quando si legge di casi di avvelenamento sul giornale, si pensa sempre che sia una realtà molto lontana dal nostro quotidiano. Ogni anno, al contrario, sono almeno 400 i casi che si verificano in Italia. Sebbene sembri essere un numero esiguo, nella realtà si tratta di contaminazioni, talvolta mortali, facilmente evitabili.

Sonno: chi dorme solo dorme peggio

Avete un lettone comodo nel quale dormire, tutto per voi? Attenzione, potreste non dormire bene quanto credete. Soprattutto se sentite su di voi il peso della solitudine e dello stress. Secondo uno studio statunitense infatti, le dormite più corroboranti avvengono quando non ci sentiamo soli e se abbiamo al nostro fianco nel letto la persona amata ed il sonno risentirebbe di tale mancanza.

Celiachia e San Valentino: attenzione ai regali che scegliete

San Valentino si sta man mano avvicinando. E voi innamorati ed innamorate di tutta Italia è tempo che pensiate a come celebrare questa festa con la vostra metà. Se siete da tempo in compagnia di una persona affetta da celiachia saprete sicuramente come comportarvi. Se al contrario la frequentate da poco, o siete in procinto di carpirle un’uscita in quel magico giorno, è bene che possiate contare su un piccolo vademecum a riguardo.

Dialogo madre-neonato: non contano le parole, ma il tono

Avete mai fatto caso alla maniera nella quale i bambini sembrano capire ciò che la madre dice loro anche se teoricamente in una età per la quale non vi è effettivamente una comprensione volontaria? Uno studio, recentemente pubblicato su Cognitive Development ci illustra come i bambini possano essere in grado di capire la propria madre anche se parla in una lingua diversa. Questo è possibile perché ad avere importanza non sono le parole ma il tono.

Cervello e videogames: cosa succede?

Videogames e cervello: un rapporto da sempre oggetto di curiosità e domande. Come agiranno gli uni sull’altro? Quelli violenti influiscono sul comportamento di chi li usa?  Possono apportare dei danni al cervello in seguito ad un uso sconsiderato? Non allarmatevi, ma sembra che qualche cambiamento all’encefalo lo apportino sul serio, anche se i tempi ancora non son maturi per capire quanto possano essere deleteri.

Malformazioni congenite: possono essere eredità di una guerra

Le malformazioni congenite sono patologie spesso derivanti da contaminazione da agenti esterni che vanno ad attaccare il dna modificandolo inesorabilmente. Uno studio Italiano ha tentato recentemente di gettare luce sula correlazione che vi è tra le nascite di bambini affetti da malformazioni e i conflitti. Il risultato ha portato a comprendere come  le stesse possono essere una delle eredità delle guerre più difficili da combattere.

Fumo: perchè le donne ricadono nel vizio dopo la gravidanza

Fumare fa male già in condizioni normali, figuriamoci nel caso di donne in gravidanza. Le statistiche ci raccontano che nel momento nel quale rimangono incinte, almeno il 45% delle donne smette di fumare. Di contro però vi è che l’80% di  coloro che smettono, riprende dopo aver dato alla luce il proprio bambino. Ora unno studio condotto da tre importanti università statunitensi, ci spiega perché.

Conoscere il sesso del nascituro nel primo trimestre grazie a test su sangue materno

Sarà possibile conoscere il sesso del nascituro già nelle prime settimane di vita grazie ad una analisi del sangue. Un protocollo simile era già stato presentato lo scorso agosto da una ricerca statunitense in materia. Ora sono i coreani a rincarare la dose, attraverso uno studio condotto dai ricercatori dell’Università di Seul e pubblicata sulla rivista di settore Faseb Journal.

Febbre, importante non stroncarla sul nascere

Quante volte, al primo accenno di febbre, magari perché oberati di lavoro o cose da fare ci siamo affidati ad antipiretici come il  paracetamolo ed abbiamo costretto la nostra temperatura a scendere ancor prima della soglia dei 38,5°? La risposta sicuramente è “innumerevoli”. Quello che forse molti di noi non sapevano è che se è possibile evitare tale pratica, si rispediscono al mittente anche molte problematiche ad essa relativa.

Sbronza, presto in commercio pillola che ne annulla gli effetti

L’abuso di alcol, anche se saltuario, rappresenta da sempre un rischio per la salute. La cosidetta “sbronza”  può rappresentare un pericolo sia per chi la prende che per le persone che sono intorno a quest’ultima. Premesso questo sarà presto disponibile al commercio una pillola in grado di annullarne gli effetti. Almeno negli Stati Uniti, dove la questo medicinale è stato appena approvato dalla Food & Drug Administration.

Allergia al pelo del gatto: più probabile comparsa da adulti

Quando si deve prendere in considerazione l’adozione o l’acquisto di un animale domestico sono molte le variabili che si dovrebbero prendere in considerazione. Non per ultima la possibilità che una delle persone destinate a vivere nello stesso ambiente dell’animale soffra di allergie nei suoi confronti. In tal senso, per ciò che riguarda i felini, una ricerca recentemente condotta, ci spiega che è più facile soffrire di allergia da adulti se non si è mai stati a contatto con un gatto nell’infanzia.

Stress, vivi più sereno se dormi sul lato sinistro del letto

Studi come quello che stiamo per presentarvi ci danno la misura di quanto molte cose per noi non importanti possano influenzare la nostra vita. Secondo una ricerca effettuata per volere di una nota catena di alberghi britannici, la Premier Inn, chi dorme dal lato sinistro del letto è più sereno e allegro del resto della popolazione: insomma, non soffre lo stress.