Collutorio ritirato dal commercio: contaminato da batteri

di Redazione 0

Il collutorio Colgate Periogard 0,2% clorexidina è stato appena ritirato dal commercio a scopo cautelativo, a causa di una potenziale contaminazione batterica da Burkholderia, che nei soggetti affetti da fibrosi cistica o da altre condizioni polmonari può causare seri problemi. Il richiamo da parte di Colgate-Palmolive è stato avviato in 11 paesi dell’Europa, tra cui anche l’Italia.

Il collutorio è un prodotto in soluzione utilizzato come supporto ai metodi di igiene orale, tuttavia, la sua utilità è spesso sopravvalutata, soprattutto nel caso di collutori cosmetici, dove abbondano fluoro, dolcificanti acariogeni (xilitolo, sorbitolo, sucralosio e saccarina sodica), e alcol, che può persino avere un effetto irritante sulla mucosa orale. I collutori medicati, invece, che vengono venduti esclusivamente in farmacia, contengono sostanze chimiche, in prevalenza clorexidina, con una spiccata azione antibatterica.

Questo tipo di collutori, sono prescritti per il controllo chimico della patina batterica, poiché la clorexidina è in grado di distruggere tutti i batteri presenti nel cavo orale con un effetto prolungato nel tempo. Gli effetti collaterali che accompagnano il suo utilizzo, tuttavia, impongono una certa prudenza. Non va usato, infatti, per più di 2 volte al giorno per periodi di 2-3 settimane, e solo su prescrizione del dentista. Un uso improprio della clorexidina, non soltanto infiamma le mucose, ma crea resistenza batterica, macchiando i denti. Inoltre, se usato come sostituto dello spazzolino, è tanto inefficace quanto dannoso, poiché altera l’equilibrio della flora batterica orale.

Come ha precisato il Dottor Gerald Heddell, direttore delle ispezione della Regulatory Agency (MHRA) di “Medicinali e prodotti medicali”:

Per le persone sane non ci dovrebbero essere problemi, tuttavia, per alcuni ci potrebbe essere un piccolo potenziale rischio di infezione. In caso di effetti collaterali sospetti è bene contattare tempestivamente il proprio medico.

L’analisi microbiologica dei campioni, infatti, ha confermato la contaminazione batterica e Giovanni D’Agata, componente del Dipartimento Tematico Nazionale “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori e fondatore dello “Sportello dei Diritti”, invita i consumatori a mettersi in contatto con Colgate-Palmolive chiamando al numero verde 00800 3213 2132 per sapere come restituire il prodotto.

clorexidina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>