Pillola Yaz cura acne, ma stimola peluria come effetto collaterale?

di Cinzia Iannaccio 0

 

Richiesta di Consulto Medico

“Salve dottore sono una ragazza di 23 anni scrivo perchè è da due mesi che assumo la pillola yaz prescritta dal mio medico di base per un problema di acne papulo nodulare che ho da anni. Già dal primo mese di assunzione ho riscontrato un aumento di peluria bionda nelle guance, nel mento, e ai lati della bocca sopratutto in questo punto sono più lunghetti e alla luce sono ben visibili, prima di assumere yaz non ne avevo assolutamente, l’acne non è passata anzi ne ho sempre tante sotto cute, cosa mi consiglia? di continuare ad assumerla ? interromperla? se la interrompo c’è possibilità che mi spariscano? attendo risposta grazie in anticipo.”

 

 

Specializzazione Endocrinologia e malattie metaboliche
Tipo di Problema acne e peluria viso
Risponde il Dr. Mario Francesco Iasevoli, medico- chirurgo, specialista in Endocrinologia e Malattie del metabolismo.
Email: [email protected] cell. 3458092414.

“Salve, bisognerebbe capire se l’acne di cui è affetta sia su base ormonale o meno. Spesso può essere causata da eccesso di androgeni ovarici o surrenalici oppure da uno squilibrio da estrogeni o progesterone oppure ad una maggiore ricettività periferica per gli androgeni circolanti. Il trattamento con estroprogestinici con attività antiandrogena può migliorare l’acne, ma è un riscontro frequente di un peggioramento iniziale seguito poi da un miglioramento visibile. Occorrono 3-6 mesi per avere gli effetti sperati. Io consiglierei comunque un approfondimento diagnostico e una visita specialistica con un endocrinologo prima di intraprendere qualsiasi terapia. Cordiali saluti”.

Se avete altri dubbi o domande da porre ai nostri esperti visitate la pagina dedicata all’invio dei quesiti Chiedi all’esperto, consulti online su Medicinalive, ricordando quanto segue:
non si effettuano diagnosi online e neppure si prescrivono terapie. Medicinalive ed i medici coinvolti in questa rubrica propongono contenuti a scopo esclusivamente informativo, che mai, in nessun caso possono sostituire una visita specialistica diretta o il rapporto con il proprio medico curante, le uniche basi attraverso cui dopo una diagnosi certificata ed una visita clinica è possibile prescrivere un qualunque trattamento.

Foto: Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>