7 motivi per curare subito l’acne di tuo figlio

L’acne non passa da sola, a differenza di quello che ci insegnavano un tempo, ovvero a pazientare in attesa che lo “sfogo ormonale” passasse dopo l’adolescenza. In realtà in questo c’è del vero, gli ormoni hanno un ruolo molto importante nello sviluppo dell’acne, ma esistono anche altri fattori. Soprattutto però curarla significa evitarne i peggioramenti e gli effetti permanenti, come le cicatrici o il disagio dei brufoli (che soprattutto a 15 anni può essere devastante!). Cari genitori, dunque curare l’acne alla prima comparsa può essere determinante. Non dimenticate inoltre che- seppur lieve- può essere vissuta molto male dai vostri ragazzi. Ecco ben 7 motivi concreti per cui farlo:

Pillola Yaz cura acne, ma stimola peluria come effetto collaterale?

 

Richiesta di Consulto Medico

“Salve dottore sono una ragazza di 23 anni scrivo perchè è da due mesi che assumo la pillola yaz prescritta dal mio medico di base per un problema di acne papulo nodulare che ho da anni. Già dal primo mese di assunzione ho riscontrato un aumento di peluria bionda nelle guance, nel mento, e ai lati della bocca sopratutto in questo punto sono più lunghetti e alla luce sono ben visibili, prima di assumere yaz non ne avevo assolutamente, l’acne non è passata anzi ne ho sempre tante sotto cute, cosa mi consiglia? di continuare ad assumerla ? interromperla? se la interrompo c’è possibilità che mi spariscano? attendo risposta grazie in anticipo.”

 

 

Acne adulti, le cause e la cura

L’acne non è un problema prettamente giovanile. Questo disturbo può colpire anche le persone adulte ed in quel caso, se non opportuamente trattato, può permanere addirittura fino alla terza età. Vediamo insieme quali sono le cause primarie del suo manifestarsi e se vi è una cura efficace per contrastarla.

Acne giovanile: cure, rimedi naturali e falsi miti

L’acne giovanile maschile o femminile è il tipo di acne più diffusa ed è una manifestazione fisiologica tipica dell’adolescenza, poiché compare al momento dello sviluppo sessuale essenzialmente sul viso In genere, dopo questo periodo tende a scomparire, tuttavia in alcuni casi può accompagnare anche l’età adulta. Vediamone insieme cure, rimedi naturali e falsi miti.

Acne ed omeopatia, cura e prevenzione

L’omeopatia può essere una valida alleata contro l’acne, un’alterazione nella secrezione delle ghiandole sebacee e dei follicoli piliferi della cute, che si manifesta con la comparsa di pustole, cicatrici. L’età in cui si presenta con una maggiore frequenza è l’adolescenza, si parla, infatti, di acne giovanile, che tende a risolversi in modo spontaneo entro i 20-25 anni di età.

L’acne è un disturbo particolarmente resistente, la sua cura, infatti, richiede molta pazienza, e anche quando sembra essersi risolta, può ripresentarsi a breve distanza di tempo. Inoltre, non tutti riescono a sopportare le terapie a base di antibiotici o cortisonici. L’omeopatia, perciò può essere un’alternativa efficace.

Qualche mito da sfatare sull’acne

Quanti problemi crea l’acne durante la vita. Per alcuni è un problema che non sembra volerli abbandonare, altri invece non ne sono nemmeno toccati. Ma ciò che accomuna un po’ tutti sono una storia di miti e leggende su questo problema della pelle, che ci fanno capire che, nella maggior parte dei casi, ne sappiamo molto poco. Vediamo dunque di sfatare alcuni miti:

Mito: I cibi grassi e cioccolatini incidono sull’acne. Falso. Anche se è sempre importante per la salute generale seguire una dieta equilibrata, non vi è alcuna prova che mangiare cibi grassi e cioccolato causano o peggiorano l’acne. In realtà, esiste una relazione tra il poco acne e la dieta in generale. Un’eccezione alla regola è il sale iodato da tavola che può aggravare la condizione.

Mito: solo gli adolescenti hanno l’acne. Falso. infatti, anche se raramente, alcuni bambini nascono con l’acne e alcune persone lo hanno per la prima volta dopo l’età adulta. Il 5% delle donne e l’1% degli uomini di oltre 40 anni hanno l’acne.