Caduta di capelli, effetto collaterale di eutirox?

di Cinzia Iannaccio 1

Richiesta di Consulto Medico
“Buona sera, da marzo ’14 agli esami ematici ormonali è emerso un tsh a quasi 8, ft3 e ft4 nella norma , ma anticorpi anti tiroidei molto alti. Premetto che sono alta 1.60 e peso 50 kg. L’endocrinologo mi ha prescritto eutirox 50 mg. Da luglio, cioè dopo 4 mesi di tp, perdo tanti capelli, troppi, non ne ho mai persi nemmeno nei cambi stagionali. Dopo 3 mesi di tp il tsh è nella norma, ora che siamo già a novembre non noto arresto perdita di capelli, vero che stanno anche ricrescendo, ma continuo a perderne troppi. Chiedo se la causa di tale perdita potrebbe essere l’eutirox, se esiste una tp alternativa o se è eventualmente possibile sospenderlo dopo averlo adeguatamente scalato gradualmente. Grazie. Buona serata.”

 

Specializzazione Endocrinologia e malattie metaboliche
Tipo di Problema eutirox e capelli

Risponde il Dr. Mario Francesco Iasevoli, medico- chirurgo, andrologo, specialista in Endocrinologia e Malattie del metabolismo. Per contatti diretti Email: [email protected] cell. 3458092414. Riceve a Pompei (Na), in Via Roma,81.

“Salve, i valori indicati sotto indicano una tiroide leggermente rallentata che in realtà non un imponeva un trattamento farmacologico a tutti i costi. Attualmente lei si trova in una condizione di eutiroidismo cioè è perfettamente normale e quindi nessun sintomo può essere correlato alla’assunzione del farmaco. Le cause possono essere altre tra cui stress o carenze di amminoacidi o vitamine tra le più frequenti. Per quando riguarda la correttezza della terapia a mio parere all’epoca dei valori indicati non era necessaria ma ora non posso dirle se lo è poiché la tiroidite è una patologia ingravescente che lentamente determina ipotiroidismo. Le alternative non farmacologiche sono valide solo con un TSH inferiore a 10 e frazioni nella norma e consistono in attività fisica alimentazione ricca in pesce e priva di soia, cavoli e simili ed integra azione con tirosina. Non può di certo gestire lei la terapia ma deve farlo uno specialista. Cordiali saluti”

>> Leggi qui tutte le risposte del Dottor Mario Francesco Iasevoli

 

Se avete altri dubbi o domande da porre ai nostri esperti visitate la pagina dedicata all’invio dei quesiti Chiedi all’esperto, consulti online su Medicinalive, ricordando quanto segue:

non si effettuano diagnosi online e neppure si prescrivono terapie. Medicinalive ed i medici coinvolti in questa rubrica propongono contenuti a scopo esclusivamente informativo, che mai, in nessun caso possono sostituire una visita specialistica diretta o il rapporto con il proprio medico curante, le uniche basi attraverso cui dopo una diagnosi certificata ed una visita clinica è possibile prescrivere un qualunque trattamento.

Foto: Thinkstock

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>