Gozzo nodulare, cos’è e cosa fare: endocrinologo risponde

di Cinzia Iannaccio 0

Quando si parla di gozzo nodulare si fa riferimento ad una patologia della tiroide: probabilmente la più comune. Il gozzo indica un aumento del volume della ghiandola della tiroide, mentre il gozzo nodulare aggiunge a questo la presenza di noduli tiroidei. Ne parliamo nei nostri Consulti online su Medicinalive.

Richiesta di Consulto Medico

” Nodulo principale al lobo sx di 31x14x20 mm con aspetto disomogeneo, spot iperecogeni, alonato, con pattern di tipo I. Altro nodulo di 6×15 mm al lobo dx, ipoecogeno. Che significa?

 

Specializzazione Endocrinologia e malattie metaboliche

Tipo di Problema gozzo nodulare

Risponde il dottor Mario Francesco Iasevoli specialista in endocrinologia e malattie del metabolismo, Unità Operativa Complessa Endocrinologia-Azienda Ospedaliera Universitaria II Policlinico-Sun di Napoli:

“Salve, lei presenta un grosso nodulo che appare non vascolarizzato a contorni ben definiti e presenta macchie più chiare dovute molto probabilmente a piccole calcificazioni; il suo aspetto è complesso, ma non presenta caratteristiche tipiche di una lesione maligna. Si consiglia comunque valutazione specialistica e approfondimento diagnostico con agoaspirato. L’altro nodulo è più piccolo si presenta solido e non presenta caratteri di malignità, ma superando il cm richiede anch’esso agoaspirato. Inoltre va valutata la sintomatologia ( problemi a deglutire respirare o a parlare) per scegliere un eventuale trattamento chirurgico. Si rivolga ad un centro specialistico che le dirà le delucidazioni del caso Cordiali saluti Dott. Mario F. Iasevoli [email protected] cell. 3458092414″.

Leggi anche

Gozzo

I noduli alla tiroide sono pericolosi? Quali sintomi?

Se avete altre domande compilate il form ed inviate la vostra richiesta: “Chiedi all’esperto: Consulti Online su Medicinalive”E’ doveroso ricordare che non si effettuano diagnosi online e neppure si prescrivono terapie : Medicinalive e gli esperti coinvolti propongono contenuti a scopo esclusivamente informativo, che mai, in nessun caso possono sostituire una visita specialistica diretta o il rapporto con il proprio medico curante, le uniche basi attraverso cui dopo una diagnosi certificata ed una visita clinica è possibile prescrivere un qualunque trattamento.

Foto: Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>