Pressione bassa e caldo, cosa fare?

di Cinzia Iannaccio 2

Giramenti di testa e svenimenti? E’ probabile che sia la pressione bassa. Soprattutto in queste ore di caldo intenso, dovuto all’anticiclone Lucifero, può essere normale una diminuzione dei livelli della pressione del sangue. L’ipotensione (questo il termine medico con cui si indica la pressione bassa) può dipendere da vari fattori: c’è di sicuro una predisposizione genetica, ma può essere provocata da alcune condizioni di salute particolari ed anche dalla temperatura esterna dell’ambiente. Scopriamo insieme cosa fare in questi casi.

I sintomi della pressione bassa

Chi ne soffre lo sa: l’ipotensione può sicuramente provocare senso di spossatezza, malessere generalizzato, sonnolenza, giramenti di testa se non addirittura svenimenti (a volta anche nausea), vertigini, tachicardia, mal di testa. La pelle si fa pallida, fredda e sudata. Non è una condizione pericolosa per la vita come nel caso dell’ipertensione, ma sicuramente non va sottovalutata: uno svenimento o un giramento di testa improvviso possono provocare anche seri traumi e non va escluso il rischio di collasso.

Perché il caldo abbassa la pressione?

In estate questi sintomi sono frequenti in numerose persone proprio a causa del caldo. Questo accade perché l’organismo, fisiologicamente, cerca di adattarsi all’ambiente esterno attivando i suoi normali meccanismi di difesa che in tal caso tendono a mantenere costante la temperatura corporea: con la sudorazione e la vasodilatazione. Chiaramente vasi dilatati favoriscono un maggior flusso sanguigno, ma abbassano la pressione dello stesso, mentre la sudorazione diminuisce i liquidi (e soprattutto i Sali minerali) provocando disidratazione e dunque abbassamento della pressione sanguigna.

Pressione bassa e caldo che fare?

Combattere l’ipotensione è possibile. A tal proposito è buona norma cercare di reidratarsi il più possibile: occorre bere acqua ed evitare bibite gassate ed alcolici. Mai acqua ghiacciata (onde evitare una congestione); allo stesso tempo è importante un’alimentazione leggera (priva di grassi) ma ricca di liquidi vitamine e Sali minerali. Vanno evitate attività fisiche intense (sia sportive che domestiche) nelle ore di caldo maggiore. In caso di abbassamento di pressione repentino, è importante sdraiarsi in un luogo fresco e ventilato, tenendo alte le gambe e reidratarsi lentamente. Se questa condizione invece perdura nei giorni il medico potrà prescrivere un’adeguata terapia a base di integratori di Sali minerali. In taluni casi basterà un’alimentazione con un pizzico di sale in più.

Foto: Thinkstock

 

 

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>