Polluzioni notturne maschili, rimedi e cause spiegate dall’andrologo

di Cinzia Iannaccio 0

Richiesta di Consulto Medico
Buongiorno sono un ragazzo di 21 anni ho un problema. Ogni 10 giorni ho una polluzione notturna. Siccome pratico ciclismo per me è un problema perché ogni volta mi ritrovo le gambe a pezzi e incapaci di spingere sui pedali. Come posso fare per smettere di fare queste polluzioni e vivere in santa pace?

Specializzazione Andrologia
Tipo di Problema polluzioni notturne

Risponde il Dr. Mario Francesco Iasevoli, medico- chirurgo, andrologo, specialista in Endocrinologia e Malattie del metabolismo. Per contatti diretti Email: [email protected] cell. 3458092414. Riceve a Pompei (Na), in Via Roma,81.

Salve la polluzione notturna è una condizione fisiologica e non ti deve allarmare; il consiglio è quello di praticare sesso più frequentemente oppure masturbarsi; inoltre potresti avere anche un pò la prostata infiammata visto lo sport che fai; dovresti valutare l’eventualità di una prostatite tramite indagini. Prova a vedere se va meglio aumentando il sesso o le masturbazioni se no rivolgiti ad uno specialista. Ti saluto

>> Leggi qui tutte le risposte del Dottor Mario Francesco Iasevoli

 

Ma cos’è una polluzione notturna di preciso? E perché accade?

Con il termine medico “polluzione” si intende la fuoriuscita involontaria (e a prescindere da stimolazioni di qualunque tipo) di liquido seminale. E’ una sorta di “reflusso” di liquido in eccesso. E’ dunque diversa dall’eiaculazione. Si parla di polluzione notturna maschile perché avviene essenzialmente di notte e colpisce maggiormente gli uomini. E’ un fenomeno più frequente di quanto si pensi, anche se se ne parla poco, specie negli adolescenti e negli adulti soggetti ad astinenza sessuale.

 

 

Se avete altre domande da porre ai nostri specialisti visitate la pagina specifica “Chiedi all’esperto, consulti online su Medicinalive”.

Vi ricordiamo che non si effettuano diagnosi online e neppure si prescrivono terapie : Medicinalive e gli esperti coinvolti propongono contenuti a scopo esclusivamente informativo, che mai, in nessun caso possono sostituire una visita specialistica diretta o il rapporto con il proprio medico curante, le uniche basi attraverso cui dopo una diagnosi certificata ed una visita clinica è possibile prescrivere un qualunque trattamento.

 

Foto: Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>