Prontofarmaco, medicine a domicilio per gli anziani torinesi

di Redazione 0

Medicine a domicilio per gli over 65 di Torino grazie al progetto Prontofarmaco, finanziato dalla Regione Piemonte e promosso in collaborazione con l’associazione di volontariato Sea (Servizio emergenza anziani).

Nei giorni festivi gli anziani potranno ricevere a casa i farmaci telefonando al numero verde 800.812068 dalle ore 12 alle 20 di sabato e dalle 8 alle 20 di domenica. Il servizio è gratuito.

L’iniziativa si inserisce nel programma per la salute pubblica denominato Anziani Piemonte e vede unite, in un sodalizio vincente, le associazioni di volontariato attive sul territorio e le istituzioni.
La Regione ha erogato 80 mila euro, destinati, oltre che al finanziamento del servizio Pronto farmaco festivo, alla sovvenzione di altri tre progetti:

  1. Diritto alla cura, con la messa a disposizione di accompagnatori volontari per gli anziani che devono recarsi in ospedale per sottoporsi a delle cure continuative;
  2. Fragranza, per la prevenzione della depressione e del peggior tarlo che rode l’equilibrio psicofisico degli anziani, ovvero la solitudine. Il programma prevede brevi soggiorni con volontari;
  3. Attenzione alle zone rurali e montane, volto a garantire gli spostamenti e l’accompagnamento in auto da parte di volontari degli anziani che vivono in aree disagiate.

Con questo progetto il Piemonte intende aiutare gli anziani offrendo un ausilio utile e concreto ad una fascia di popolazione particolarmente vulnerabile specie nelle grandi città. Come spiega il presidente della Regione Roberto Cota, occorre

Stare vicino in modo concreto ai cittadini, facilitando la loro vita quotidiana. Non credo sia una piccola cosa, ma un’azione importante, soprattutto se si parla di salute e di problematiche legate alle persone più anziane. Grazie al coordinamento della Regione e al supporto del mondo del volontariato, riusciamo oggi con Prontofarmaco ad offrire un servizio molto utile ai cittadini piemontesi.

Articoli correlati:

Anziani, assistenza non più sostenibile dal welfare

Medicinali negli anziani, dieci regole per usarli bene senza correre pericoli

Pronto nonno, Roma risponde agli anziani

[Fonte: ASCA]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>