Mal di schiena: nei più giovani è causato dall’obesità

di Redazione 0

Il fenomeno del mal di schiena, se non è causato da patologie particolari come la scoliosi o altre patologie ossee o muscolari, di solito viene sottovalutato, specialmente se colpisce un bambino o un adolescente dalle nostre parti. Ma i casi di dolore alla schiena tra i più giovani sono sempre più frequenti negli Stati Uniti, dove una vera e propria epidemia di questo fastidio ha fatto partire una ricerca per constatarne la causa.

I ricercatori del Children’s Hospital di Montefiore (New York), l’hanno trovata: il problema sta nel peso. Così si spiega come mai questo fenomeno è sempre più frequente negli States e lo è meno dalle nostre parti, anche se qui comincia ad apparire sempre più di frequente.

Spiega Judah G. Burns, neuroradiologo dell’ospedale newyorchese, analizzando 190 ragazzi che, tra i 12 e i 20 anni, denunciavano problemi alla schiena, che

In più della metà dei casi, l’indagine mostrava anomalie della colonna, soprattutto a livello dei dischi intervertebrali, i cuscinetti fibrocartilaginei che separano le vertebre tra loro.

Dividendo poi i pazienti in diverse categorie a seconda del peso, Burns ha notato che tali anomalie erano più presenti in quelli che superavano l’indice di massa corporea che indica l’obesità. Infatti gli obesi presentavano alterazioni della spina dorsale più del doppio delle volte rispetto a quelli più magri, e questo accade perché è come se il peso in eccesso si andasse a depositare proprio sulla schiena, creando una pressione anormale, la quale finisce poi con il farla dolere. Un po’ come accade nelle donne in gravidanza, in cui un peso eccessivo, fuori dalla normalità, finisce con l’inviare dolori lancinanti alla schiena.

Giuseppe Biancardi, responsabile dell’Unità di ortopedia pediatrica dell’Istituto Galeazzi di Milano, ha poi dichiarato al Corriere della Sera che in Italia tale problema è visto più spesso negli adulti, che tendenzialmente accumulano più peso rispetto ai ragazzini, ma in ogni caso non va sottovalutato perché, anche se può sembrare un problema “banale”, può sottendere a qualche altra condizione più grave. Il suo consiglio dunque è, che siate ragazzini o adulti,

Se il mal di schiena non passa in una settimana, dieci giorni, conviene senz’altro cercare di accertarne la causa.

[Fonte: Corriere della Sera]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>