Home » MEDICINA TRADIZIONALE » Oncologia » Tumore del colon meno aggressivo se si fa moto

Tumore del colon meno aggressivo se si fa moto

Il tumore del colon è il terzo tumore per numero di vittime nei paesi industrializzati. Camminare per 30 minuti al giorno può abbassare notevolmente la sua mortalità.

Si tratta di uno studio condotto dagli scienziati della Washington University School of Medicine e pubblicato sulla rivista “Cancer Epidemiology, Biomarkers & Prevention“. Un po’ di esercizio fisico non ha mai ucciso nessuno, anzi, migliora la vita: e questa ricerca ne è ancora una volta una conferma.

L’intestino è l’organo del nostro corpo adibito all’assorbimento delle sostanze nutritive che assumiamo con il cibo ed all’ovvia eliminazione delle scorie che avviene con la defecazione. Esso è suddiviso in intestino tenue ed intestino crasso. E’ proprio quest’ultimo ad essere formato in parte dal colon, diviso a sua volta in colon destro ed ascendente, in colon trasverso e colon sinistro o discendente.

Il cancro al colon è direttamente collegato alla proliferazione incontrollata delle cellule componenti la mucosa che lo riveste. Si tratta di una patologia decisamente rara prima dei 40 anni di età. Solitamente colpisce, a meno di una familiarità genetica del soggetto, verso i 60 anni. Il suo picco massimo si staglia sugli 80 anni di età. Non vi è una gran differenza statistica tra uomini e donne: questa forma tumorale li colpisce in egual misura.

Lo studio sopra annunciato, guidato dalla dott.ssa Kathleen Y. Wolin,  ha preso in considerazione un campione di circa 150mila persone tra il 1982 ed il 2006, sia di sesso femminile che di sesso maschile. Dopo una attenta analisi dei dati, i ricercatori hanno rilevato che coloro che avevano svolto attività fisica per almeno 10 anni, correvano un rischio decisamente minore di morire di cancro al colon. Non era necessaria chissà quale attività agonistica: bastavano 30 minuti di passeggiata al giorno. Un esercizio semplice e costante che ha il pregio di allontanare anche problemi di cuore, diabete e altre forme di cancro.

Spiega la dott.ssa Wolin:

Lo studio dimostra che le persone attive corrono un minor rischio di morte per tumore al colon rispetto a quelle  sedentarie Non è quindi mai troppo tardi per iniziare ad allenarsi, né troppo presto.

Articoli correlati:

Tumore al colon: diagnosi attraverso test del sangue

Cancro del colon: aspirina come prevenzione?

Tumore al colon: effettuare controlli dopo i 50 anni

Cancro al colon: aiuto dal selenio

Lascia un commento