Atrofia muscolare spinale, spot di Checco Zalone (VIDEO)

Checco Zalone scende in campo contro la SMA, l’atrofia muscolare spinale. E lo fa attraverso un video semplice ma efficace per informare la popolazione ed invitarla a sostenere la ricerca contro una malattia degenerativa ed invalidante.

Virus Zika, il ruolo dell’Italia nella ricerca

Gli sforzi mondiali per combattere il virus Zika sono al momento al loro picco massimo. Al fine di raggiungere tale scopo è stata creata una task force per combattere l’agente patogeno nella quale partecipano diversi centri d’eccellenza a livello globale. Tra di essi figura l’ospedale Spallanzani di Roma.

Nuovi farmaci e medicina rigenerativa dalla supergravità

Supergravità per ottenere nuovi farmaci e approcci terapeutici di medicina rigenerativa. E’ su questa particolare ed innovativa strada che gli scienziati del Sant’Anna di Pisa e dell’Istituto italiano di Tecnologia di Genova hanno lavorato negli ultimi mesi in collaborazione con l’Agenzia Spaziale Europea.

Trapianto di testa? Assolutamente no

Il trapianto di testa non è possibile. Per quanto talvolta vorremmo fosse possibile, più o meno consciamente, la storia di Frankenstein non è riproducibile: la medicina non è in grado di rigenerare le terminazioni nervose.

Mieloma multiplo, sviluppato nuovo farmaco

I ricercatori del Cnr di Napoli, in collaborazione con i colleghi dell’Imperial College di Londra hanno messo a punto un nuovo farmaco contro il mieloma multiplo. Una molecola definita per ora “tp3″che combatte le cellule malate e preserva quelle sane.

Paralizzata, cammina il giorno del matrimonio (VIDEO)

Bloccata su una sedia a rotelle, riesce a camminare lungo la navata grazie ad un esoscheletro robotico. La commovente storia di Irene è la dimostrazione di come la tecnologia messa a punto dall’uomo possa essere effettivamente utile per dare alle persone la possibilità di vivere “nuove occasioni” nonostante le proprie malattie.

Sla, individuato il gene che la causa?

Nuovi passi in avanti della ricerca in merito alla Sla, la sclerosi laterale amiotrofica. Un gene “basilare” nella sua insorgenza è stato scoperto da un gruppo di ricercatori internazionali tra i quali spiccano diversi team italiani.

Tumori infantili, parte “30 ore in viaggio per la vita”

Un viaggio per raccogliere fondi ed attirare l’attenzione sul problema dei tumori infantili. Domano dal Porto di Genova parte la crociera “Trenta Ore in viaggio per la Vita”. Un itinerario di solidarietà con una testimonial d’eccezione: Lorella Cuccarini.

Allergie, approccio mininvasivo più efficace?

Un approccio meno invasivo è più efficace nel combattere le allergie? Non ci stupisce affatto che il nuovo sentiero intrapreso dall’allergologia nella speranza di dare sollievo agli 8 milioni di italiani ed alle persone che in tutto il mondo soffrono di rinite allergica passi per tale via.

Giornata mondiale delle malattie rare il 29 febbraio

Un giorno nel quale informare e sensibilizzare sulle malattie rare. Quelle patologie difficili da affrontare, quasi sempre prive di una cura che colpiscono una parte esigua della popolazione e che per questo non di rado hanno difficoltà a contare su terapie adeguate. E’ per questo e per dare voce ai pazienti che la Giornata Mondiale delle malattie rare  si terrà il prossimo 29 febbraio.

Malattie neurodegenerative: a maggio “Adotta una cellula”

Adotta una cellula“, è la campagna di informazione e di raccolta fondi promossa dall’Irccs Casa sollievo della sofferenza opera di San Pio da Pietrelcina, in collaborazione con l’associazione Neurothon Onlus, la Fondazione cellule staminali e la diocesi di Terni Narni e Amelia, a favore della ricerca sulle cellule staminali cerebrali per la cura delle malattie neurodegenerative, come la sclerosi multipla, la Sla, e il morbo di Alzheimer.

La campagna, infatti, mira da un lato a sensibilizzare l’opinione pubblica verso le malattie neurodegenerative, per le quali ancora non esistono delle cure risolutive, e dall’altro, a raccogliere fondi da investire nella ricerca sull’impiego delle cellule staminali cerebrali.

AIDS, un farmaco all’oro stana l’HIV

Si chiama auranofin ed è un composto contenente oro capace di stanare il virus dell’HIV nel magazzino virale in cui si annida. Già noto come trattamento dell’artrite reumatoide, il farmaco è ora oggetto di studio nell’ambito della ricerca ad una cura efficace contro l’AIDS. A scoprire il potenziale del medicinale è stato un recente studio pubblicato sulla rivista AIDS, condotto a livello internazionale e che ha come autore principale il ricercatore italiano Andrea Savarino, afferente all’ISS, l’Istituto Superiore di Sanità.

La ricerca è stata effettuata sulle scimmie, infettate con un virus vicino all’HIV. Gli scienziati hanno identificato nel reservoir, una sorta di bunker virale nascosto, l’HIV, presente in una forma latente, inespressa, nelle cellule immunitarie T CD4 della memoria. Si tratta di cellule molto longeve, inattaccabili sia dai farmaci che dal sistema immunitario perché il virus qui è ben nascosto, in parole povere invisibile. Accade così che, nel momento in cui si stoppano le terapie antiretrovirali, il virus si risveglia. L’unico modo per liberarsi dall’HIV, perciò, consiste nel distruggere le cellule nascondiglio del virus latente.

Gravidanza, mangiare verdure per concepire una bambina?

Se il detto “auguri e figli maschi” in gravidanza pensiate non faccia per voi e desiderate avere delle figlie femmine, passate ad una dieta a base vegetariana: aumenterete le probabilità di concepire una bella bambina.

Una ricerca a tal riguardo è stata condotta da scienziati delle università olandesi di Delft e Maastricht. I suoi sorprendenti risultati sono stati pubblicati sulla versione online della nota rivista Reproductive Medicine.