Cancro: previsti quasi 1,3 milioni di morti in Europa nel 2011

di Redazione 0

Nonostante spesso l’attenzione si sposti verso altri problemi altrettanto importanti, come l’obesità o l’HIV, bisogna tener sempre conto che uno dei maggiori “killer” per la popolazione mondiale si chiama cancro. Si calcola infatti che ci saranno quasi 1,3 milioni di morti per questa patologia in Europa nel 2011, secondo le previsioni di uno studio pubblicato sulla rivista Cancer, Annals of Oncology.

Le stime, che sono state raggiunte dopo che i ricercatori italiani e svizzeri hanno usato per la prima volta in Europa un nuovo modello matematico per predire la mortalità del cancro, mostrano un calo dei tassi complessivi di morte per tumore sia per gli uomini che per le donne, rispetto al 2007. Ma hanno anche evidenziato alcune aree di preoccupazione, in particolare nell’aumento dei tassi di cancro al polmone nelle donne.

I ricercatori, guidati dal professor Carlo La Vecchia del Dipartimento di Epidemiologia presso l’Istituto Mario Negri e la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi di Milano, ed il professor Fabio Levi, Capo dell’Unità di Epidemiologia del cancro all’Istituto di medicina sociale e preventiva, Centre Hospitalier Universitaire Vaudois e all’Università di Losanna (Svizzera), hanno utilizzato dati sui decessi per cancro nell’Unione europea nel periodo 1970-2007 per calcolare i tassi di morte ogni anno e per individuare le tendenze che hanno usato per predire i tassi di mortalità per il 2011.

Si sono osservati tassi complessivi nella UE a 27, ed anche i tassi dei sei principali Paesi dell’Unione europea: Francia, Germania, Italia, Polonia, Spagna e Regno Unito. Secondo le previsioni dunque ci saranno 1.281.466 decessi per cancro nell’Unione europea nel 2011 (721.252 uomini e 560.184 donne), rispetto al 1.256.001 (703.872 uomini e 552.129 donne) del 2007.

Tuttavia, il numero di donne morte per cancro al polmone è in costante aumento in tutto il mondo tranne che in Gran Bretagna, dove si è raggiunto un certo equilibrio nei numeri. Nella UE i tassi di mortalità per cancro del polmone nelle donne sono passati da 12,55 per 100.000 donne a 13,12 nel 2011, in pratica l’unico caso di aumento. Il cancro polmonare ha superato il cancro al seno come prima causa di morte per cancro nelle donne polacche e nel Regno Unito.

La tendenza generale al ribasso dei tassi di morte per cancro è determinata soprattutto dalla diminuzione della mortalità per cancro al seno nelle donne, e del polmone e del colon-retto negli uomini, grazie alla diminuzione dei fumatori e all’aumento dell’attività di prevenzione.

Altri cali importanti della mortalità sono stati registrati per quanto riguarda il tumore allo stomaco, utero, prostata e leucemia, mentre l’aumento preoccupante dei decessi per cancro del pancreas nelle donne, che era stato osservato nel 2004, sembra essersi stabilizzato.

Cancro, attenzione alle stufe a legna
Cancro al seno e diabete: il nuovo fattore di rischio potrebbe essere l’inquinamento
La soia contrasta il cancro al seno e alla prostata

[Fonte: Sciencedaily]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>